martedì 9 luglio 2019

REVIEW PARTY: The Naked Truth di Vi Keeland



Buongiorno care lettrici (e cari lettori)! In questa calda estate non può mancare un romanzo di Vi Keeland da leggere sotto l’ombrellone (o al fresco dell’aria condizionata). E la Sperling & Kupfer (che ringrazio per la copia) ha pensato bene di portarcene ben due nuovi, perché sa che è impossibile non divorarli subito… quindi meglio averne uno di scorta! Io, in questo Review Party, vi parlo di quello in uscita oggi: The Naked Truth. Si tratta di un romanzo autoconclusivo che parla di seconde possibilità tra un avvocato ed un ex galeotto. Vi ho incuriosite, vero? Non vi resta che leggere la mia recensione e correre a comprarlo!

È un giorno qualunque quello in cui Layla, avvocatessa newyorkese, entra in sala riunioni e si scontra con il potenziale cliente che dovrebbe incontrare. Il suo caffè si rovescia, i suoi fogli finiscono dappertutto e lei per poco non perde l'equilibrio davanti a tutti i soci dello studio legale. Ma il peggio deve ancora arrivare: il potenziale cliente, infatti, altri non è che Grayson, il suo ex fidanzato nonché ex... detenuto. Dopo essere stato in prigione per un reato che non ha commesso, e ora sul punto di tornare a essere l'uomo di successo di un tempo, Grayson è più deciso che mai a riconquistare la donna che ama e che ha perso a causa di troppi ostacoli e verità nascoste. Seppur inizialmente restia a concedergli una seconda occasione, Layla alla fine cede al fascino irriverente di Grayson. Ma non appena lui riesce a farsi spazio nella vita - e nel cuore - di Layla, il passato ritorna, rischiando di rovinare tutto. Un'altra volta. Grayson e Layla, seppure innamorati, dovranno decidere se il loro amore sia sufficiente per resistere a tutti i segreti che continuano a tenerli lontani e per conquistare il lieto fine che meritano.

Per quanto mi riguarda, la Keeland non sbaglia un colpo. Che sia in coppia con Penelope Ward o che scriva da sola, so che qualsiasi romanzo porti il suo nome mi piacerà. Dall’ironia alla sensualità, dalle emozioni ai temi delicati. Questi sono i punti di forza della sua scrittura e sono felice di averli ritrovati anche questa volta e fin dalla primissima pagina. Aspettatevi quindi un libro che vi farà divertire, emozionare, sognare, sperare nel lieto fine e sì, anche sentire ancora più caldo. Se siete delle sue fedelissime lettrici, come la sottoscritta, non vi dico certo nulla di nuovo. Ma se invece siete alla vostra prima esperienza… beh, che aspettate? Decisamente The Naked Truth può essere il libro giusto con cui iniziare… per poi non smettere più!

giovedì 27 giugno 2019

REVIEW PARTY: Rising Star (YOLO #2) di Alessandra Angelini


Buonasera!
In questo periodo, purtroppo, le mie letture vanno molto a rilento, ma riesco comunque a ritagliarmi qualche momento per pochi (ma buoni) romanzi. Uno di questi è stato sicuramente Rising Star, il secondo e conclusivo volume della serie self YOLO di Alessandra Angelini. Dopo avere tanto amato il Tizio Losco di Broken Star (recensione) non potevo certo perdermi il suo ritorno e scoprire finalmente come sarebbe andata avanti la tormentata storia tra Aiden e Aurora. Quindi non perdiamoci in altre chiacchiere inutili e scopriamo insieme cosa mi ha lasciato questa lettura!

Ci sono incontri inevitabili e persone destinate a cambiare la nostra esistenza. 
Ci sono situazioni che combattiamo con tutte le nostre forze, perché non possiamo arrenderci a perdere ciò che di buono ci è stato donato. 
Ci sono sentimenti che, non importa quanto li soffochi, continuano a riaffiorare.

Aurora conduceva una vita tranquilla prima di conoscere Aiden Walker, il playboy impenitente della televisione inglese. Poi sono arrivate le minacce delle ammiratrici e la pressione dei tabloid, ma è stato il suo tradimento a mandarla in pezzi. Aurora si aggrappa ai libri, la sua unica certezza, anche se andare avanti sembra impossibile.

Quando Aiden pensava di avere una possibilità di essere felice, un segreto del passato torna a chiedergli il conto. Sono trascorsi mesi da quando Aurora lo ha lasciato, il successo e la fama creati da YOLO non bastano a riempirgli il cuore. Aiden respira, lavora, vive ma è solo un guscio vuoto e si sta lentamente autodistruggendo. 

Se però le cose non fossero andate come sembra? Blackpool, il mare e un parco divertimenti sono il posto ideale per allontanarsi dalla realtà. O per ritrovarsi. Perché quando hai davanti l’amore della tua vita, credergli sarebbe fin troppo facile. Aiden è pronto a rischiare tutto per evitare che Aurora diventi il suo rimpianto più grande. Lei è determinata a non lasciarsi attrarre di nuovo dalla sua orbita gravitazionale. Ma si può davvero decidere chi amare?

Nel primo libro avevamo visto l'amore sbocciare tra Aiden e Aurora, dopo un inizio piuttosto rocambolesco. Tra alti e bassi, iniziavamo davvero ad affezionarci alla loro storia, ma, sul più bello, ecco che qualcosa arriva a rovinare l'idillio. Rory è sempre stata insicura rispetto alla vita da personaggio pubblico del playboy Aiden Walker, ed è stato proprio quel mondo in cui non voleva entrare che l'ha fatta allontanare da lui.

lunedì 10 giugno 2019

BLOGTOUR: È ora di riaccendere le stelle di Virginie Grimaldi - L'incipit del romanzo


Buongiorno, buon inizio settimana e buon inizio Blogtour!
Oggi ho il piacere di introdurvi alla scoperta del romanzo È ora di riaccendere le stelle di Virginie Grimaldi, portato in libreria da Fabbri Editori (che ringrazio per la copia omaggio). Si tratta di una storia di rinascita, di amore tra madre e figlie, di un viaggio on the road alla scoperta di se stessi e delle persone più care. Un romanzo che ci mostra l'età adulta, con tutte le preoccupazioni e i problemi, ma anche l'infanzia e l'adolescenza, perché ogni età ha i suoi ostacoli. Insomma, un romanzo che non potete proprio perdervi.

 Anna, trentasette anni, è sul punto di soccombere sotto il peso del lavoro e dei debiti e osserva la vita scorrerle davanti come se non le appartenesse. Proprio come le sue figlie, che incrocia ogni giorno solo per il tempo di una frettolosa colazione.
Lily, dall'alto dei suoi dodici anni, non nutre grande simpatia per il genere umano: preferisce gli animali, e in particolare il topo che ha adottato e a cui ha messo il nome del padre perché, come ogni ratto che si rispetti, anche lui ha abbandonato la nave.
A diciassette anni Chloé ha già detto addio ai propri sogni, e sa che presto dovrà darsi da fare per aiutare la madre. Ma l'atteggiamento da dura è solo una maschera che si scioglie ogni volta che un ragazzo le dimostra un minimo di tenerezza, fosse anche solo per approfittare di lei. Il giorno in cui tutto le crolla addosso, Anna si rende conto di essere sul punto di perdere ciò che ha di più caro al mondo e per cui ha sopportato fatiche e frustrazioni: le sue figlie. Superando paure e attacchi di panico, prende quindi una decisione folle e spericolata: carica le ragazze in camper e parte per un viaggio on the road verso Capo Nord. È l'inizio di un'avventura piena di sorprese esilaranti e incontri commoventi, un corpo a corpo che vedrà madre e figlie scontrarsi sul presente e confrontarsi sui segreti del passato, per poi imparare a conoscersi e ad ascoltarsi. Un'esperienza che le cambierà profondamente, lasciandole senza fiato. Proprio come l'aurora boreale.

L'incipit del romanzo

Per introdurvi alla scoperta di un romanzo, secondo me, non c'è niente di meglio che lasciare che a parlare sia il libro stesso. Il primo capitolo, le prime pagine, le prime righe... spesso basta poco per immergersi nella lettura e lasciarsi conquistare. A volte l'incipit è una vera e propria introduzione della storia, altre, invece, veniamo immediatamente catapultati al suo interno. Oppure ci viene anticipato un evento futuro che possa catturare totalmente la nostra attenzione, o ci viene raccontato qualcosa del passato che ci aiuterà a capire meglio quello che avverrà poi nel presente. Insomma, le tecniche sono diverse, ma l'importante è che già le prime righe ci invoglino a proseguire la lettura. Con questo romanzo per me è stato così e spero lo sarà anche per voi!

sabato 8 giugno 2019

REVIEW PARTY: Voglio un bravo ragazzo (Attraction Series #2) di Penelope Bloom


Buongiorno!
Di recente vi ho parlato di un'autrice perfetta per farsi due risate e passare qualche ora leggera e spensierata in compagnia di un libro. Si trattava di Penelope Bloom, portata in Italia dalla Newton Compton con il primo volume autoconclusivo della Attraction Series (Sono una brava ragazza). Ora è di nuovo in libreria con Voglio un bravo ragazzo, il secondo capitolo, e non potevo non prendere parte anche a questo Review Party! Grazie sempre a Chiara per l'organizzazione e alla Newton per la copia digitale omaggio.



Come ho conosciuto William? È entrato nella mia pasticceria, ha comprato una torta di ciliegie, rubato un vaso di fiori – non avevo idea di cosa diamine dovesse farci – e lasciato il suo biglietto da visita in bella mostra. Prima di ammettere cosa abbia fatto con il biglietto da visita vorrei chiarire una cosa: William non avrebbe potuto scegliere un momento peggiore per entrare nella mia vita. Il mio locale stava per fallire. Quello stupido del mio ex si rifiutava di lasciarmi in pace. E tutti mi tormentavano perché a venticinque anni non ero ancora mai andata a letto con un ragazzo. William non era certo il candidato ideale per la mia prima volta. Un donnaiolo convinto, sexy in modo insopportabile. Tutto il contrario di quello di cui avevo bisogno. E allora perché l’ho cercato? Ho capito di essere nei guai quando con la sua voce profonda mi ha detto: «La tua torta era deliziosa. Cucini anche a domicilio?».





La prima volta poteva anche trattarsi di un caso, ma ora ne sono certa: Penelope Bloom è una garanzia! Garanzia di risate e divertimento, con il suo stile ironico che non si prende mai troppo sul serio. Anche questa volta ci troviamo davanti una storia leggera, mai troppo impegnata e impegnativa, ma che per questo ci regala qualche ora di pura spensieratezza. Un vero toccasana per le giornate no o troppo pesanti, ma, vista la stagione, anche ottima come lettura da sotto l'ombrellone. Una lettura veloce, scorrevole, divertente e sexy. Cosa volete di più?

mercoledì 22 maggio 2019

COVER REVEAL: Rising Star (YOLO #2) di Alessandra Angelini


Buonasera ragazze! Udite udite, il Tizio Losco di Alessandra Angelini sta per tornare! Ebbene sì, il secondo volume della serie dedicata alla coppia Aiden-Aurora, Rising star, è quasi nelle nostre mani! So che, come me, dopo aver letto Broken star (che trovate recensito QUI), non aspettavate altro che avere tra le mani il seguito... e ormai l'attesa sta per terminare. Ora, però, andiamo a scoprire insieme la trama e, soprattutto, a gustarci questa bella copertina!

sabato 11 maggio 2019

REVIEW PARTY: Sono una brava ragazza (Attraction Series #1) di Penelope Bloom


Buongiorno! Sono sicura che ognuno di voi abbia degli autori e delle autrici perfetti per ogni occasione. C'è quel nome che tirate fuori quando volete una storia strappalacrime, oppure quello a cui vi affidate se volete un po' di passione in più o se invece preferite una storia forte e profonda. Ecco, se invece avete voglia di un po' di sane risate, aggiungete pure Penelope Bloom alla lista delle autrici di fiducia! Appena arrivata in Italia con il primo volume dell'Attraction Series, grazie alla Newton Compton, mi ha conquistata nel giro di poche pagine. E, se vi dico che Sono una brava ragazza parte con la protagonista femminile che si mangia la banana del protagonista maschile, non pensate male, ma iniziate pure a ridere... fidatevi, continuerete fino alla fine! Io non posso che ringraziare Chiara per avermi coinvolta nel Review Party e la CE per la copia in anteprima.

Oggi sono più vicina di quanto lo sia mai stata al mio obiettivo: diventare una giornalista d’inchiesta. Basta con i soliti trafiletti sul meteo o sull’importanza di lavarsi le mani, questa è la mia grande occasione per dimostrare che non sono più la ragazza imbranata e pasticciona di sempre. Ho ottenuto il mio primo, vero incarico per un super articolo sulla corruzione nelle grandi aziende. Per farlo, devo infiltrarmi come una moderna James Bond alla Galleon Enterprises. Per ottenere il posto da stagista c’è da superare il colloquio con un certo Bruce Chamberson, così potrò indagare su un presunto giro di corruzione. Mi sento davvero concentrata, non mi posso permettere di fare errori. Ma perché mi tremano le gambe adesso che l’uomo più bello che abbia mai visto è entrato nella sala d’attesa e mi sta guardando in cagnesco mentre faccio colazione? Ogni capo ha le sue regole e apparentemente Bruce non sopporta che qualcuno tocchi la sua frutta. Soprattutto la banana che gli viene lasciata fuori dall’ufficio ogni mattina, quella di cui non può fare a meno, e che io avevo scambiato per un gentile omaggio…


Natasha è esattamente il tipo di protagonista femminile che adoro: una donna intelligente, capace, ambiziosa, ma che non si prende troppo sul serio e "umana". Perché sì, lei è incredibilmente pasticciona e con un talento raro, quello di essere capace di trasformare anche la più tranquilla delle situazioni in una possibile tragedia. La classica persona che fa una cosa e ne sbaglia due, quella sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato e che, se c'è anche solo una piccolissima possibilità di rovinare tutto, state certi che lo farà. Ma come si fa a non amare un personaggio così?