giovedì 22 aprile 2021

Review Party "Finalmente Soli" di Tijan (Fallen Crest High #6)

 

Buongiorno a tutti!

Come è ormai consuetudine, Chiara, del blog Bookheart, ha organizzato un evento in occasione dell'uscita del sesto volume della fortunata serie Fallen Crest High di Tijan. E chi sono io per dirle di no? Quindi eccomi qui a prendere parte a questo Review Party e a tornare da Sam e Mason, tra le pagine di Finalmente Soli, pubblicato proprio oggi da Garzanti. La recensione sarà ovviamente spoiler free, ma, se ancora non conoscete questa serie o avete intenzione di iniziarla, il mio consiglio è di non addentrarvi troppo!

Agli occhi del mondo che li circonda Sam e Mason sono la coppia perfetta. Lo sono stati dal primo istante in cui le loro mani si sono sfiorate ed entrambi hanno capito che non si sarebbero più lasciati. Da allora, quel legame tanto forte e travolgente è stato più volte messo alla prova dal destino. Eppure, nonostante la malizia e la cattiveria degli altri, Sam e Mason hanno saputo difendere il loro amore. Lo hanno fatto a prezzo di scontri che hanno creato fratture insanabili, ma necessarie a realizzare il desiderio di godere di ogni esperienza come se fossero un ragazzo e una ragazza qualunque. Ora che sono a casa per le vacanze potrebbero approfittare di un'estate senza pensieri, ma nuove nubi si addensano all'orizzonte. Soprattutto per Sam. La madre Analise ha deciso di rifarsi viva dopo una lunga assenza e Sam non sa cosa aspettarsi dal loro incontro. Il difficile rapporto che hanno avuto in passato ha lasciato ferite profonde che hanno iniziato a rimarginarsi quando è arrivato Mason. L'affetto e le attenzioni del ragazzo hanno agito come un balsamo e Sam, che ha imparato di nuovo ad aprire il proprio cuore, non intende soffrire ancora per colpa di una donna che ha sempre pensato solo a sé stessa. Per questo, è disposta a tutto per impedire che Analise metta il becco in cose che non la riguardano e rovini ciò per cui ha lottato a lungo. Perché, una volta che si trova il vero amore, si è pronti a correre rischi inimmaginabili per non perderlo. Il fenomeno internazionale Finalmente noi è arrivato al suo sesto episodio. Ancora una volta, Tijan, la regina delle classifiche, non delude i suoi fan e confeziona una storia che lascia senza fiato a ogni pagina. Il legame che unisce Sam e Mason si fa sempre più intenso e trasforma il loro amore in un sentimento che si attacca alla pelle e non se ne va più via. Un sentimento che ognuno di noi sogna e che si incontra una sola volta nella vita.

Trattandosi della recensione del sesto volume di una serie in cui i protagonisti sono sempre gli stessi, non posso che consigliare a chi non l'ha ancora letta, ma vorrebbe, di non rovinarsi la sorpresa e di iniziare questo lungo e tortuoso viaggio a Fallen Crest fin dall'inizio. Una serie così lunga può sicuramente spaventare i più, ma posso assicurarvi che la lettura (se rientrerà nei vostri gusti) sarà sempre veloce, visto lo stile fluido, semplice e diretto di Tijan. A suo favore c'è sicuramente anche il fatto che l'autrice, dall'inizio fino ad ora, ci ha permesso di accompagnare i due personaggi nella loro crescita personale, e di coppia, partendo da quello che era un classico Young Adult con le tematiche e le situazioni tipiche del genere e arrivando a quello che è a tutti gli effetti ormai un New Adult, più "maturo" e con personaggi che, seppur ancora ragazzini sotto molto aspetti, iniziano ad affrontare una vita più adulta. Tijan, infine, ci ha sempre abituati a colpi di scena, azione, drammi e passione. Caratteristiche ancora ampiamente presenti anche in questo sesto volume e che permettono al lettore di non annoiarsi e di restare sempre incollati alla pagine. 

martedì 22 dicembre 2020

BLOGTOUR: Ti regalo le stelle di Jojo Moyes - Playlist e citazioni

Buongiorno a tutti! Come state?

Per la serie "a volte ritornano" eccomi qui! Oggi vi presento la mia tappa del Blogtour dedicato a Ti regalo le stelle, romanzo di Jojo Moyes pubblicato da Mondadori nel 2019 e recentemente ripubblicato nella collana Oscar Absolute

Si sa, quando un'autrice pubblica un romanzo di grandissimo successo, come è stato per la Moyes con Io prima di te, ogni uscita successiva rischia di deludere le enormi aspettative. Il trucco per apprezzare anche le altre uscite, come questo romanzo, è quello di evitare il continuo paragone. Se infatti leggerete, o avete letto, Ti regalo le stelle come un romanzo a parte, senza pensare continuamente a Will, Louisa e la loro storia, sono sicura che vi piacerà e coglierete l'importante messaggio che vuole mandare, esattamente come è successo a me.

1937. Quando Alice Wright decide impulsivamente di sposare il giovane americano Bennett Van deve, lasciandosi alle spalle la sua famiglia e una vita opprimente in Inghilterra, è convinta di iniziare una nuova esistenza piena di promesse e avventure nel lontano Kentucky.

Presto però le sue rosee aspettative e i suoi sogni di ragazza si scontrano con una realtà molto diversa. Costretta a vivere sotto lo stesso tetto con un suocero invadente, il dispotico proprietario della miniera di carbone locale, Alice non riesce a instaurare un vero rapporto con il marito e le sue giornate diventano sempre più tristi e vuote.

Così, quando scopre che in città si sta costituendo un piccolo gruppo di donne volontarie il cui compito è diffondere la lettura tra le persone disagiate che abitano nelle valli più lontane, lei decide con entusiasmo di farne parte. La leader di questa biblioteca ambulante a cavallo è Margery O'Hare, una donna volitiva, libera da pregiudizi, figlia di un noto fuorilegge, una donna autonoma e fiera che non ha mai chiesto niente a nessuno, tantomeno all'uomo che ama.

Alice trova in lei una formidabile alleata, un'amica su cui può davvero contare, specie quando il suo matrimonio con Bennett inizia inevitabilmente a sgretolarsi. Altre donne si uniranno a loro e diventeranno note in tutta la contea come le bibliotecarie della WPA Packhorse Library.

Leali e coraggiose, cavalcheranno libere sotto grandi cieli aperti e attraverso foreste selvagge, affrontando pericoli di ogni genere e la disapprovazione dei loro concittadini per portare i libri a persone che non ne hanno mai visto uno, allargando i loro orizzonti e cambiando la loro vita per sempre.

Ispirato a una storia vera, "Ti Regalo le Stelle" è una dichiarazione d'amore per la lettura e i libri. Un romanzo indimenticabile, appassionato e romantico le cui pagine volano, coinvolgendo e commuovendo il lettore.

martedì 13 ottobre 2020

REVIEW PARTY: Le diecimila porte di January di Alix E. Harrow

 


Buongiorno!
Oggi forse sorprenderò alcuni di voi con la recensione di un libro fuori dalla mia comfort zone. Sono abituata a leggere romance e a parlarvi di questo genere di romanzi, ma questa volta ho voluto fare un'eccezione. Appena ho saputo dell'uscita del romanzo fantasy Le diecimila porte di January di Alix E. Harrow, sono subito rimasta affascinata dalla trama e non ho saputo resistere quando Marianna (che ringrazio) mi ha chiesto di partecipare al Review Party. Proprio oggi, quindi, in occasione dell'arrivo in Italia di questo gioiellino targato Oscar Vault, collana di Mondadori, sono qui a chiedervi di entrare con me in questo magico mondo e lasciarvi affascinare! [Ringrazio la CE per la copia omaggio]


Estate 1901. Un'antica dimora nel Vermont, piena di cose preziose e sorprendenti. La più peculiare è forse January Scaller, che vive nella casa sotto la tutela del facoltoso signor Locke. Peculiare e atipica, almeno, è come si sente lei: al pari dei vari manufatti che decorano la magione è infatti ben custodita, ampiamente ignorata, e soprattutto fuori posto.
Suo padre lavora per Locke, va in giro per il mondo a raccogliere oggetti "di un valore singolare e unico", e per lunghi mesi la ragazzina rimane nella villa ridondante di reperti e stranezze, facendo impazzire le bambinaie e, soprattutto, rifugiandosi nelle storie. È così che, a sette anni, January trova una porta. Anzi, una Porta, attraverso cui si accede a mondi incantati che profumano di sabbia, di antico e di avventura… Sciocchezze da bambini. Fantasie assurde, le dicono gli adulti. E January si impegna con tutta se stessa per rinunciare a quei sogni di mari d'argento e città tinte di bianco. Per diventare grande, insomma.
Fino al giorno in cui, ormai adolescente, non trova uno strano libriccino rilegato in pelle, con gli angoli consumati e il titolo stampigliato in oro semiconsunto: LE DIECIM POR. Un libro che ha l'aroma di cannella e carbone, catacombe e terra argillosa. E che porta il conforto di storie meravigliose nel momento in cui January viene a sapere che il padre è disperso da mesi. Probabilmente morto. Così la ragazza si tuffa in quella lettura che riaccende il turbine di sogni irrealizzabili. Ma lo sono davvero? Forse basta avere il coraggio di inseguirli, quei sogni, per farli diventare realtà. Perché pagina dopo pagina January si accorge che la vicenda narrata sembra essere indissolubilmente legata a lei…

mercoledì 30 settembre 2020

REVIEW PARTY: Un amore da principianti (Brooklyn Bruisers #1) di Sarina Bowen


Buon pomeriggio cari lettori! Come state?

Con il lavoro e tutti gli impegni è sempre più difficile trovare il tempo per leggere, ma per fortuna la sera e nel weekend riesco ancora a ritagliarmi un po’ di tempo per le letture che proprio non voglio e non posso lasciarmi sfuggire. Neanche a dirlo, ovviamente non riesco a leggere tutto ciò che vorrei e la wishlist aumenta ogni giorno, ma il romanzo di cui vi parlo oggi non potevo in alcun modo accantonarlo. E sono molto molto felice di averlo incluso tra le letture di questo periodo. Sto parlando di Un amore da principianti, il nuovo sport romance autoconclusivo, primo della serie Brooklyn Bruisers di Sarina Bowen, portato in Italia dalla Always Publishing dopo Brooklyn in love, romanzo appartenente ad una serie diversa (Brooklyn), ma comunque collegata a questa.

Al liceo erano la coppia di fidanzatini perfetti... fino a che lei non lo ha piantato in asso. Leo Trevi, giocatore di hockey sul ghiaccio agli esordi, ha trascorso gli ultimi sei anni a rincorrere due soli obiettivi: superare il ricordo della ragazza che gli ha spezzato il cuore e sfondare nell'hockey professionistico. Tutto il suo duro lavoro finalmente è culminato in un'opportunità da sogno, un ruolo nei Brookyln Bruisers - la nuovissima e acclamata squadra di Hockey di Brookyln. Il primo giorno in squadra con i Bruisers, però Leo riceve una bella batosta su tutti i fronti: prima c'è l'incontro col suo nuovo coach, che sembra ribollire di rancore nei suoi confronti e, non da ultimo, lo scontro con l'affascinante ma gelida pubblicista dei Bruisers... niente di meno che la sua ex: Georgia Worthington. Dire addio a Leo è stata una delle prove più difficili che Georgia abbia mai dovuto affrontare, e salutare il ritorno di lui, così di punto in bianco, nella sua vita non è poi tanto più semplice. Georgia è comunque determinata a gestire questa spinosa situazione su un piano strettamente professionale, anche perché ha una promozione da assicurarsi nel team dei Bruisers. Ma quando un microfono lasciato acceso per sbaglio cattura una dichiarazione d'amore di Leo solo per lei, dopo tutti quegli anni, allora la situazione scivolerà di nuovo sul personale e molto, molto in fretta: perché la dolcezza di Leo potrà non essere cambiata, ma lui sì. E adesso è determinato a riavere Georgia accanto a sé. La dolcezza delle seconde possibilità, la tenerezza dei primi amori.

Come sempre mi piace fare un po' di chiarezza prima di iniziare con la recensione vera e propria. Come anticipavo, questo non è il primo libro di Sarina Bowen arrivato in Italia e il precedente racconta la storia del proprietario dei Bruisers, squadra di hockey protagonista di questa nuova serie. I due romanzi sono quindi ovviamente in qualche modo collegati, ma autoconclusivi e perfettamente autonomi. Anzi, vi dirò di più, le vicende narrate in questo libro sono antecedenti rispetto a quelle di Brooklyn in love, quindi nessun problema se non l'avete letto. Ma un rischio c'è, ossia che subito dopo vorrete recuperare anche quello, come è successo a me! Finisco questa introduzione confessando che conoscevo Sarina Bowen solo in coppia con Elle Kennedy (con i due romanzi M/M della serie Him, portata in Italia sempre dalla Always Publishing), ma adesso posso dirvi con certezza che, come la collega, posso tranquillamente inserirla tra le autrici sport romance che non mancheranno più nella mia libreria. Quindi, spoiler, Un amore da principianti mi è piaciuto tantissimo!

giovedì 24 settembre 2020

REVIEW PARTY: Ti aspettavo di Karen Morgan

 Buonasera care lettrici e cari lettori! Come state?

Oggi sono qui a chiacchierare un po' con voi dell'ultimo libro che ho letto, il nuovo contemporary romance standalone di Karen Morgan, autrice self già conosciuta dalle divoratrici di storie d'amore. Per me, però, si tratta del primo vero incontro con la sua penna e, nel complesso, devo dire che sono contenta di aver dato un'occasione a Ti aspettavo prendendo parte al Review Party.


Un matrimonio.
Una famiglia.
L’amore.
Se si sommano questi tre elementi si pensa alla realizzazione di un sogno, finché non viene letteralmente spazzato via.
Ed è quello che è successo a me, Sarah Dudley.
Ho dovuto ricominciare da capo e quando pensavo di aver chiuso per sempre con l’amore, ho incontrato lui: Robert Garcia.
Trent’anni.
Sexy.
Affascinante e… scontroso.
I suoi occhi chiari rapiscono e nascondono molto di più.
Quel di più che mi ha cambiato la vita...




Ti aspettavo è una storia di rinascita, una storia che dà speranza, una storia che ci insegna che nulla è perduto, che anche le delusioni più grandi possono essere superate, che nella vita il lieto fine può nascondersi dietro l'angolo, anche quando sembra che l'amore non faccia più per noi.

mercoledì 5 agosto 2020

REVIEW PARTY: Un tiro dritto al cuore (Game On #4) di Kristen Callihan


Buongiorno! Come state? Le tanto attese ferie sono arrivate? Per me quasi e non vedo l'ora di dedicarmi alle tante letture che ho accantonato negli ultimi mesi e che voglio assolutamente recuperare. Tra queste letture, però, non ci sarà l'ultima uscita targata Always Publishing (che ringrazio per la copia digitale omaggio). Perché? Perché non potevo aspettare neanche un giorno in più per tornare tra le pagine (ma anche tra le braccia) dei giocatori di football di Kristen Callihan. Dopo Drew, Gray e Dex, è il momento di Finn, quarto protagonista insieme a Chess della Game On Series. Con Un tiro dritto al cuore ci troviamo davanti ad un nuovo sport romance autoconclusivo, leggibile anche senza i precedenti (anche se il mio consiglio è di non lasciarvene scappare neanche uno), i cui fatti si svolgono pressapoco in contemporanea con quelli del terzo libro (qui trovate tutto ciò che vi serve sapere dei volumi precedenti). Insomma, avrete capito che sono felicissima di prendere parte al Review Party organizzato in occasione dell'uscita e di parlarvi ancora di questa serie!

Unica regola... con un coinquilino mai! L'ultimo posto in cui Finn Mannus, quarterback superstar dei New Orleans Saints, vorrebbe trovarsi è davanti a una macchina fotografica, nudo. Soprattutto se la fotografa dall'aspetto alternativo non si lascia impressionare neanche un po' dal suo fascino e dalla sua spavalderia. Ma Chess Copper è stata assunta dalla squadra per occuparsi degli scatti per un calendario di beneficenza, e il campione arrogante non ha altra scelta se non posare per lei. Finn e Chess non potrebbero essere più diversi: come quarterback di una squadra famosa a livello mondiale, lui è abituato a vivere sotto i riflettori, mentre Chess ha sempre preferito rimanere dall'altra parte dell'obbiettivo. Eppure, insieme a una innegabile attrazione reciproca, dal quel servizio fotografico nasce un legame di amicizia inaspettato, perché Finn e Chess hanno in comune molto più di quanto sembra. L' unico ostacolo tra loro è un'attrazione bruciante da tenere a bada perché, anche se insieme sono opposti ma perfetti, entrambi cercano cose molto diverse nella vita... La situazione si complica però quando l'appartamento di Chess va a fuoco e Finn interviene prontamente per aiutarla e le offre di stare in casa sua. Da coppia di amici improbabili, Finn e Chess si ritrovano ad essere due coinquilini complici, e i confini tra l'amicizia e qualcosa di più profondo si fanno sempre più confusi. E se Finn avesse mentito a se stesso per tutto il tempo, e volesse che Chess diventi il suo tutto e non solo la sua coinquilina? Allora potrebbe rivelarsi difficile far capitolare la sua amica: Chess è una dura, abituata a ingannare il mondo per non esporre mai i suoi punti deboli. Certo, Finn è un campione del football anche perché è incredibilmente abile nell'aggirare le difese dei suoi avversari... Ce la farà anche questa volta a guidare la sua linea d'attacco dritto al cuore di Chess? Tutto è lecito nella convivenza e nel football... inizia la partita!

Se avete letto e amato i precedenti libri della serie, se il vostro cuore batte per Drew, Gray e Dex, potreste pensare che Finn non possa essere all'altezza dei precedenti. Del resto, almeno dal punto di vista del football, che ovviamente in questa serie ha la sua importanza, lui è il rivale, quello che nulla ha a che fare con il gruppo di compagni di squadra e, soprattutto, amici che abbiamo conosciuto e seguito fin dall'inizio. Vero è che dall'inizio della serie ad oggi i protagonisti sono cresciuti, siamo partiti dal college e siamo arrivati alla vita vera, da adulti, alla NFL. Vero è che già li abbiamo visti giocare in squadre differenti e che Finn già lo avevamo conosciuto come il quarterback della squadra di New Orleans, la stessa di Dex. Ma è anche vero che, comunque, ci avviciniamo forse a lui con un po' di diffidenza... no? Beh, dimenticatevi tutto! Finn Mannus vi conquisterà tanto quanto i protagonisti precedenti, se non di più, se consideriamo certi aspetti!