lunedì 5 marzo 2018

SEGNALAZIONI #13


Buonasera! Siamo finalmente giunti ad un altro giro di segnalazioni di titoli self e non, appartenenti al genere romance e non. Anche questa volta la proposta è abbastanza ampia ed eterogenea, quindi sono sicura ci possa essere qualcosa che fa al caso vostro!

Nei pensieri del nemico
Monia Scott

All'autrice piace definirlo un sci-fi romance avventuerotico, una fiaba ambientata nel futuro. Ma la verità è che è impossibile catalogarlo sotto un solo genere. A fare da sfondo alla storia d'amore c'è la contrapposizione tra tecnologia e natura. Insomma, un romanzo che da solo può accontentare amanti di diversi generi.

XXIII secolo. La giovane terrestre Lilyth Wild intraprende un coraggioso viaggio nello spazio sotto mentite spoglie per cercare di aiutare il fratello, anch’egli impegnato in una rischiosa missione e cacciatosi nei guai su una base lunare del lontano sistema solare di Antares. Arrivata a destinazione, la ragazza incontra un pericoloso quanto seducente cyborg, il nemico, il quale però intuisce fin dall’inizio che l’intrigante terrestre non è chi dice di essere.
I due personaggi vengono inesorabilmente attratti l’uno verso l’altro da un fascino misterioso finché la giovane donna, grazie a un dispositivo fornitole dal fratello, lascia che il “nemico” prenda possesso della sua mente per guidarlo in una dimensione a lui del tutto sconosciuta, dominata dai sensi, fino a fargli scoprire, insieme alla magia dell’amore, anche una scomoda verità riguardo al suo passato.
La nostra eroina sembra ora indifesa e impreparata di fronte a un nemico disumano e manovrato da oscure potenze economiche. Ma il temibile cyborg non è l’unica minaccia per la giovane terrestre la quale subisce un tentativo di rapimento sventato proprio dal suo nemico. L’intento degli aggressori tuttavia rimane oscuro.
E’ a questo punto che la ragazza dovrà azzardarsi a scoprire le sue carte, costringendo il suo nemico a prendere posizione nei suoi confronti e mettendo in gioco la sua stessa vita.
In una realtà ipertecnologica dove niente è come sembra, popolata da algide androidi, inquietanti alieni e inaspettati ibridi, la protagonista, aiutata dal fratello, dovrà trovare il modo di fuggire e di tornare sulla Terra in un susseguirsi di colpi di scena e situazioni avventurose, sino all’inatteso finale…
Cerchi emozioni forti ai confini dell’immaginazione?
Credi sia possibile penetrare la mente altrui fino a ghermire i segreti più intimi e inconfessati?
Questo racconto farà di più: arriverai a possedere la tua preda fino a vivere le sue sensazioni, i suoi sentimenti, le emozioni…
Ma fai attenzione.
Potrebbe piacerti a tal punto da lasciarla scivolare sotto la pelle. Ti entrerà nel sangue… e prima che tu te ne accorga ti avrà rubato il cuore!

Mentre ancora contemplava quell’incredibile spettacolo, percepì un movimento alle sue spalle. Si voltò all’istante e credette che il suo cuore avrebbe cessato di battere: di fronte a lei c’era esattamente l’ultimo uomo che avrebbe voluto incontrare in quel momento, Jonathan Mondrian, il Comandante in capo della sicurezza di Antares α B4. Fece del suo meglio per restare del tutto impassibile, ma non era sicura di esserne capace. Quando il cuore si rimise in moto, le pulsazioni cominciarono a batterle così forte nelle orecchie che aveva l’impressione fossero udibili anche dall’esterno; e sicuramente l’udito bionico dell’uomo che aveva di fronte era in grado di sentirle. Il Comandante aveva una stazza imponente. Il fisico, asciutto ma molto robusto, era avvolto da una sottile tuta nera che ne metteva in risalto la notevole muscolatura. Sapendo che era un cyborg, Lilyth si era immaginata un uomo con arti robotici e il viso deturpato dalla ricostruzione in titanio, ma evidentemente per lui era stata utilizzata la tecnologia più avanzata e il suo aspetto era completamente umano: volto molto regolare, carnagione chiara ma abbronzata, capelli corti e corvini. Gli occhi neri del Comandante la scrutavano con uno sguardo curioso, quasi ironico e molto penetrante. Lilyth si chiese fino a che punto avesse conservato la sua umanità. Emanava una grande sensazione di forza e il suo magnetismo la teneva come paralizzata.

Petali dalla Luna
Reika Kell

L'autrice ci presenta un romance dal sapore drammatico in cui disegni abbozzati e accenni di melodie si incontrano e si intrecciano.


Isabel traccia volti con la delicatezza di una piuma, e crea storie che sembrano esserle raccontate da un’intelligenza universale, più che dalla sua semplice fantasia.
“Petali dalla Luna” è una di queste. 
Anzi, non è una storia. 
E' La Storia. 
Robert Donegal, l’editor della Cosmos, ne è rimasto folgorato, al punto da assumerla all'interno di un team di eccellenti professionisti. Ma le notti di Isabel si tingono di rosso e di morte. E la guerriera che sembra affrontare la sua nuova vita con tenacia si trasforma in una delicata bambola di cristallo, pronta a spezzarsi al minimo sussurro. Il silenzio che nutre i suoi demoni viene sfasciato dalle flebili note di un pianoforte. Note incerte. Intrise di dolori antichi, custoditi tra le pieghe del passato. Nian è alla ricerca dell'ispirazione perduta, per completare il suo brano inedito. Ma come affrontare il giorno più importante della tua carriera, se non trovi le note giuste e tutto sembra arido e incolore? Come puoi, con la tua musica, aver smosso qualcosa che, dentro me, era destinato a spegnersi? E se i miei antichi segreti fossero troppo pericolosi per il tuo precario equilibrio? Se l’amore, quello vero, non esistesse se non qui, dentro i disegni abbozzati delle mie storie e dentro i tuoi accenni di melodie bruscamente interrotte? E se piovessero petali dalla luna… sarebbe amore? 
Una storia di sentimenti complessi, di segreti, di tormenti, di importanti pezzi di un passato che segneranno per sempre le scelte del futuro.

"Entrambi vogliamo liberarci. Spezzare le catene che ci tengono uniti e ci costringono a confrontarci in eterno con noi stessi per trovare un epilogo. Qualunque esso sia"

Solo un amico
Roberta Gabriele

Il romanzo è pubblicato tramite il sito ilmiolibro.it, ma lo trovate in vendita anche su Amazon. Una festa estiva, un ragazzo misterioso, il destino... questi sono i punti di partenza di questo new adult e gli elementi che metteranno in crisi Valeria, la protagonista femminile.

Valeria, all'uscita da una festa, si imbatte casualmente in Alex. Questo incontro non la lascia certo indifferente e grazie ad un buon numero di coincidenze, alcune grazie al fato, altre un po' pilotate fanno si che tra i due nasca una bella amicizia. Valeria si trova così a destreggiarsi tra Simone, un fidanzato geloso e sempre assente, ed Alex un amico premuroso e molto presente. Tra equivoci, bugie e qualche complotto, la nostra protagonista dovrà rivalutare le persone che le stanno accanto e prendere delle decisioni importanti.










Amore, libri e piccole follie
Monica Brizzi

Nel 2015 usciva Il mio supereroe edito da Delos Digital, ora la stessa commedia romantica è stata pubblicata in una nuova versione self. 146 pagine piene d'amore e d'ironia, con una coppia sulla quale non scommetterebbe nessuno!


Che succede se nella vita di un'eccentrica ventisettenne che lavora a maglia e legge autori russi entra un nerd appassionato di Harry Potter, Star Wars e Il Trono di Spade?
Angelica lavora in una libreria da otto anni, è single da tre e si veste come un albero di Natale. Sebbene gli amici cerchino di farle conoscere qualche ragazzo, lei sembra non trovare nessuno che le interessi davvero. Tutto cambia durante una festa, quando, caduta in una siepe, attaccata dai tafani e tormentata dall'ortica, viene aiutata da Manuele, un nerd tutt'altro che capace di corteggiare una donna. Lui, ingegnere che lavora come commesso in un negozio di elettronica, ci mette un po' a partire, ma quando lo fa tra i due nasce una piccola magia e Angelica entra in un mondo fatto di scacchi, film e telefilm che le fa dimenticare di avere una famiglia strampalata. Tutto fila liscio per un po', ma in una fredda serata invernale Angelica vede qualcosa che non dovrebbe vedere e la magia tra lei e Manuele sembra dissolversi nella nebbia della città…
Estrosa e stramba lei, nerd e timido lui. Due mondi all’apparenza diversi che si fondono alla perfezione. O no?


La fuoriuscita
Giuseppe Lago

Un romanzo psicologico che affronta accuratamente il tema della psicoterapia e dei suoi eccessi, ma con una trama intrigante dalle tinte gialle. Edito da Alpes Italia, ci conduce in un viaggio tra emozioni, affetti e dinamiche interpersonali. 

Martha Weber, un’artista di trent’anni, entra nello studio dello psichiatra Livio Spada. Racconta di essere fuoriuscita da un gruppo terapeutico, detto “grande gruppo”, che frequentava da otto anni. Il gruppo è gestito da Adele Lussari, psichiatra affascinante e anticonvenzionale, che ostenta un atteggiamento ribelle nei confronti dell’ambiente scientifico-culturale che la circonda, proponendo il suo metodo alternativo chiamato “psicoscienza”. Le sedute si svolgono a villa Incom, residenza e studio della Lussari. Martha racconta la sua esperienza di seguace della donna, la quale tiene due grandi gruppi con circa cinquanta persone per volta, il venerdì e il sabato. Dal racconto emerge come queste sedute di psicoterapia non siano altro che una maschera per la setta creata dalla Lussari, autoproclamatasi guru carismatico. I seguaci sono costretti ad accettare l’autorità assoluta della loro conduttrice, e ad acquisire nel tempo i tratti della sua personalità, divenendo delle copie e rinunciando al libero arbitrio. La fragilità dei pazienti è terreno fertile per la donna, che riesce a insinuare dubbi, a mettere in crisi una personalità già alterata e a divenire insostituibile per il malcapitato. Il complesso sistema persuasivo e settario è presentato in modo scorrevole e dialogico attraverso il confronto tra vari personaggi che animano la vicenda: in primis Martha e Livio, gli unici a vedere oltre la coltre di fumo che la Lussari ha generato. Martha racconterà di Diego, suo compagno, anche lui coinvolto nel sistema di villa Incom, e poi divenuto l’amante di Adele Lussari, la quale contempla la possibilità di portare il paziente alla guarigione attraverso una relazione che comprenda una fusione di mente e corpo. Livio Spada arriverà a insinuarsi nelle sedute della sedicente psicoterapeuta, e a svolgere direttamente un interessante e trascinante confronto con lei. Anche il figlio di Adele, Ezio, frequenta il “grande gruppo”, e sarà proprio lui, suo malgrado, a smascherare un sistema corrotto, attraverso un episodio violento che metterà in crisi l’opera materna e che farà conoscere al “mondo reale” le contraddizioni del suo metodo. Alla fine non resterà altro che abbandonarsi a uno tsunami, e a fare i conti con i propri errori.

Alle prossime segnalazioni!
Veronica

2 commenti:

  1. Buonasera lettori,
    sono Monia Scott, autrice di "Nei pensieri del nemico". Ci tenevo a ringraziare tutto il team del blog Innamorata di un libro per lo spazio dedicatomi. Spero davvero che il romanzo vi piacer: ho cercato di realizzare qualcosa di diverso dal solito e molti lettori mi hanno confermato che ci sono riuscita lasciandomi piacevolmente stupita con recensioni positive. Ringrazio ancora tutti e naturalmente vi auguro... BUONA LETTURA!

    RispondiElimina