venerdì 10 febbraio 2017

RECENSIONE: Sex or Love? #2 di Flavia Cocchi


Buongiorno! Finalmente, nella recensione di oggi, vi parlo del secondo e ultimo libro della serie Sex or Love? di Flavia Cocchi, romanzo che ha reso celebre la giovanissima autrice nel mondo di Wattpad con il nick leggimidentro00. Con la Leggereditore, poi, la storia ha fatto il salto di qualità ed è approdata anche in libreria. Luca e Bea, da sempre "nemici", hanno scoperto di provare una forte attrazione e hanno deciso di assecondarla, pur rimanendo quelli di sempre e tenendo nascosta questa strana relazione a tutti. Con la loro lista di regole sono sicuri di non rischiare di innamorarsi, cosa che non deve accadere. Ma dove eravamo rimasti? Il primo libro era terminato con Andrea, loro amico, che li trova a letto insieme... e ora? Qui trovate la recensione del primo volume e l'intervista che ho fatto a Flavia.

Trama
Dopo una festa in cui hanno bevuto qualche bicchiere di troppo, Luca e Bea, diciassette anni, si risvegliano nello stesso letto e scoprono di non riuscire a stare lontani. L’attrazione fisica che provano l’uno per l’altra è troppo forte, ma sono decisi a non mettere in mezzo i sentimenti. Per questo concordano un vero e proprio decalogo per non innamorarsi. Regola numero uno: non rivelare a nessuno la loro relazione. Due: faranno sesso solo quando ne avranno voglia entrambi. Tre: niente frasi sdolcinate. Quattro: mai dormire insieme... E niente baci fuori dalle lenzuola, né cene romantiche o passeggiate mano nella mano. Eppure, senza che se ne rendano conto, i limiti che si sono imposti vengono meno uno dopo l’altro, e i due scoprono di provare qualcosa di profondo l’uno per l’altra. Accettarlo e ammetterlo, prima di tutto a se stessi, però, non è per niente facile...

Sono contenta di poter dire che, dopo aver terminato anche il secondo libro, la mia opinione positiva non è cambiata. Continuo a credere che sia una storia fresca, leggera, divertente, ma anche più significativa per chi ancora sta vivendo il periodo dell'adolescenza, del primo amore, dei primi rapporti, delle insicurezze, dei dubbi sul futuro. L'autrice, che ho già molto elogiato per aver scritto una storia che funziona, che conquista e che cattura l'attenzione ed averlo fatto da giovanissima, parla di quello che conosce, della realtà che la circonda, delle esperienze dei suoi coetanei e, perché no, anche un po' delle sue. E lo fa bene, in modo semplice, diretto, senza troppe sovrastrutture. Ma se questo è un libro che le lettrici più giovani apprezzeranno sicuramente, non significa che non sia adatto a persone più grandi. Io ho vissuto l'età dei protagonisti ormai 6 anni fa e, pur non condividendo le stesse esperienze, mi sono ritrovata in altre cose. Leggere questo libro è un'ottima occasione per tornare un po' indietro nel tempo e ripensare alle amicizie di scuola, al primo amore, alle piccole paure di tutti i giorni e ai dubbi più grandi, a quando scappare da qualcosa di diverso e più grande di noi era più facile che affrontarlo.

Era vero che quando alla fine arrivava ero felice di vederla, smettevo di fare qualsiasi cosa stessi facendo e correvo da lei.
Ma torniamo alla storia. La relazione segreta di Luca e Bea è stata ormai scoperta e spiegare la situazione ad Andrea risulta più difficile del previsto. Dopo la preoccupazione iniziale, però, il fatto che non debbano nascondersi più davanti a chiunque diventa positivo per i protagonisti che possono finalmente avere qualcuno con cui confidarsi. Ma soprattutto qualcuno che, vedendo il loro rapporto da fuori, possa finalmente aiutarli ad aprire gli occhi su ciò che continuano a nascondere a loro stessi. Insomma, ormai praticamente convivono, passano ogni momento libero insieme, e non riescono e non vogliono staccarsi neanche per un attimo... non è che forse è già successo l'irreparabile? Il loro rapporto è un continuo evolversi. Sono partiti dall'essere nemici, sono passati all'essere amici di letto e sono diventati ora veri amici che tengono l'uno all'altra. Manca solo un passo, ma è quello più difficile da compiere. Ammettere a se stessi, e poi all'altro, di provare molto di più della semplice amicizia è la cosa che più li spaventa. Accontentarsi di quello che hanno è meglio che sperare in qualcosa di più perché, anche se potrebbe essere più bello, potrebbe anche segnare la fine di tutto se il sentimento non è ricambiato. Se il primo libro era incentrato molto sul sesso, nel secondo vediamo sicuramente il passaggio all'amore. 

Nel seguito ho ritrovato tutto quello che nel primo libro mi era piaciuto: dai continui battibecchi per qualsiasi motivo alle prese in giro bonarie. Ma se già Luca un po' vi piaceva, in questo libro vi conquisterà. Vediamo il suo lato più dolce e romantico, ma anche quello più geloso e possessivo, e soprattutto non lo troviamo più così tanto sicuro di sé, anzi. Le sue insicurezze e le sue paure, la sua incredulità davanti all'intensità dei suoi sentimenti, ma allo stesso tempo il suo voler essere l'unico conforto per Bea e una presenza costante nella sua vita, mi hanno fatto moltissima tenerezza. Fin dall'inizio della storia, entrami hanno messo a dura prova la pazienza dell'altro tra sbalzi d'umore e gesti affrettati, ma alla fine la medaglia va proprio a Luca per aver sopportato di tutto e per aver resistito senza mollare.
Nonostante fosse capricciosa, un po' egocentrica e molto permalosa, nonostante non andassimo d'accordo, litigassimo in continuazione, Beatrice era anche dolce, bellissima, gentile, disponibile e divertente e io, anche se avevo tenacemente cercato di negarlo a me stesso, mi ero irrimediabilmente innamorato di lei. 
Era già chiaro da un pezzo che le regole, che si erano imposti, sarebbero state inutili, soprattutto nel momento in cui rispettarle diventa così difficile. Ma è stato molto divertente leggere come loro provassero in tutti i modi a seguirle, fallendo miseramente e modificandole a loro piacimento o, addirittura, aggiungendone di nuove. Ad un certo punto è stato tutto chiaro: le regole sono come la dieta, si inizia sempre domani! Al di là di quello che dovrebbero o non dovrebbero fare, le cose non saranno sempre semplici per Luca e Bea, ma anche loro si troveranno ad affrontare qualche difficoltà. Anche in questo caso (come già avevo detto nella prima recensione) ho apprezzato la scelta di non inserire troppo dramma con il solo scopo di dare più intensità alla storia. L'autrice ha affrontato alcuni temi delicati ed è entrata un po' più in profondità nel passato dei protagonisti, ma lo ha fatto sempre restando un passo indietro, senza osare troppo. 
"Senti..." esordì all'improvviso, tornando seria "per stanotte potremmo mettere da parte le regole? Ho davvero bisogno che mi abbracci." "Certo, stavo pensando la stessa cosa. Tanto per una notte non accadrà niente."
Nel complesso posso dirvi che sono felice di aver letto Sex or Love? e di aver dato fiducia a questa giovane autrice. Se questo è stato il suo esordio, sono molto curiosa di scoprire cosa potrà scrivere più avanti. Se cercate un po' di freschezza, ma comunque una lettura che vi incuriosisca, vi faccia sorridere e staccare un po', io punterei su questa duologia. Certo, ci sono alcune cose che mi sono sembrate poco credibili, in primis il fatto che Bea viva praticamente da sola o che, a diciassette anni, sia normale dormire quasi ogni notte insieme (con la madre in casa). Ma sono "piccolezze" che non hanno affatto rovinato la mia lettura, anzi, sono invece servite a manifestare ancora meglio il tipo di rapporto che hanno creato. Comunque, a parte l'opinione che posso esprimere con le parole, una cosa è certa: dall'inizio del primo libro alla fine del secondo, mi risultava molto difficile smettere di leggere! Flavia è riuscita sempre a tener alta la curiosità del lettore, o almeno la mia, e a regalarci una storia coinvolgente con personaggi che, nonostante i difetti, ci stanno a cuore.

Al prossimo libro!
Veronica

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...