giovedì 1 dicembre 2016

RECENSIONE: Bright Side. Il segreto sta nel cuore di Kim Holden


Buon pomeriggio a tutti! La recensione di oggi è su un bellissimo new adult uscito ormai mesi fa per Leggereditore: Bright Side. Il segreto sta nel cuore. So che arrivo un po' tardi, ma ci tenevo comunque a parlarvene e a consigliarlo a quelle poche persone che ancora non lo conoscono. Oggi esce il seguito di questo commovente romanzo di Kim Holden (Gus, dedicato appunto al migliore amico di Kate, la protagonista), e mi sono finalmente decisa a recuperare questo piccolo capolavoro. Lo avevo lasciato un po' da parte perché non ero pronta ad affrontare un libro giudicato da tutti fantastico, ma estremamente straziante. Ora mi dispiace non averlo letto prima, soprattutto perché, essendo io furba come una volpe, mi sono praticamente spoilerata il finale leggendo la sinossi del seguito (insomma, è abbastanza semplice fare due più due). Se quindi anche voi lo avete accantonato, o non lo conoscete ancora, fatevi un favore: leggetelo. Soffrirete, e non poco, ma giuro che ne vale la pena!

Trama
Tutti abbiamo un segreto da nascondere. Alcuni ne hanno di inconfessabili, altri di pericolosi, altri ancora di innocenti. Ma una cosa è certa: rivelare un segreto può cambiare per sempre le nostre vite, guarire i mali del nostro animo, oppure crearci un bel po’ di problemi...
Kate Sedgwick non è mai stata molto fortunata, ha sopportato durezze e tragedie, ma nonostante ciò si è sempre sforzata di guardare l’aspetto positivo delle cose, tanto che per Gus, il suo amico del cuore, lei è il lato luminoso della vita. Kate ha tantissimi progetti per il futuro, è divertente, in gamba e ha un dono innato per la musica... L’unica cosa in cui non riesce proprio a credere è l’amore. Perciò, quando lascia San Diego e si trasferisce a Grant, Minnesota, per frequentare il college, l’ultima cosa che si aspetta è di potersi innamorare. Eppure, l’incontro con Keller Banks le fa scoprire quanto sia dirompente la forza di un legame condiviso e la voglia di stare insieme nonostante tutto. Presto, però, il loro rapporto sarà messo a dura prova: entrambi custodiscono un segreto inconfessabile, qualcosa che non deve essere rivelato e che potrebbe dividerli per sempre...


Pur sapendo, a grandi linee, a cosa stessi andando incontro, la storia non ha avuto meno impatto su di me, anzi, una "piacevolissima" ansia mi ha accompagnata fin dalla prima pagina. E' stato comunque coinvolgente e misterioso, mi è arrivato addosso come un tir, come se in realtà non avessi idea della piega che avrebbe preso. È uno di quei libri da cui non vorresti mai staccarti, ma da cui, allo stesso tempo, ogni tanto senti il bisogno di allontanarti per l'intensità di quello che stai provando. Non vi parlo neanche di lacrime, tanto credo di aver terminato la mia scorta. Avete presente quando si passa dal sorridere al piangere senza uno stadio intermedio? Ecco, credevo non fosse realmente possibile... ma, ne ho avuto la prova, mi sbagliavo. È grave se avevo gli occhi lucidi anche solo leggendo i ringraziamenti o rileggendo le frasi evidenziate per preparare la recensione?
"Ti prego, lascia che io ti ami. Ti prego."
La vita è stata veramente crudele con Kate. È vero, è circondata da persone bellissime che l'hanno amata e continuano a farlo, ma chi al suo posto non sarebbe distrutto, sconfitto, amareggiato? Ma lei no, è decisamente uno dei personaggi più solari, sereni, pieni di gioia, voglia di vivere e amore da donare. Avrebbe tutte le ragioni del mondo per lamentarsi, ma non lo fa mai; non potremmo giudicarla se chiedesse aiuto e supporto, invece è lei quella sempre pronta in prima linea per chiunque altro. Bright Side è il soprannome perfetto per Kate, e credo che tutti le abbiamo invidiato questo suo vedere il lato positivo di ogni cosa, quando noi, invece, ci abbattiamo per molto meno. L'ho adorata, davvero, tutto di lei: il suo senso dell'umorismo, il fatto che non abbia mai perso la voglia di sorridere e scherzare, il suo altruismo e la sua forza immensa. Solitamente non sono una grande fan di quelle persone sempre super entusiaste ed eccitate, soprattutto il lunedì mattina, ma vi assicuro che mi è venuta voglia di andare in giro ad augurare una splendida giornata a tutti, perché lei è vera quando lo fa, non è mai un atteggiamento forzato il suo.
Sono contenta per chi è capace di un sentimento simile, perché è raro. La gente non vuole trovare il tempo per scoprirlo e si arrende troppo presto. Oppure lo trova, ma non capisce quanto sia prezioso.
Poi ci sono loro, gli uomini della sua vita: Gus, il migliore amico di sempre, e Keller, il ragazzo che le fa credere nell'amore e nella possibilità di avere, anche lei, una storia. Credo sia normale provare un po' di "odio", ingiustificato, nei confronti di Keller, perché occupa il posto che appartiene a Gus e non ci sembra giusto. Ma io ho cambiato idea nel giro di un paio di righe, perché non si può non amarlo! Anche il suo è un altro bellissimo personaggio ed è impossibile non vederli bene insieme o non essere emozionati dalla sua storia. Come ogni storia che si rispetti, poi, anche questo ragazzo ha un segreto che si porta dietro. Il grosso quesito riguardo al suo passato, e che rende Kate molto titubante, è: chi è la famosa Stella di Chicago? Ho partorito diverse teorie e la più accreditata, per me, era che fosse sua nonna. Vi giuro, ne ero proprio convinta! Poi, a poche righe dalla rivelazione ho avuto la mia illuminazione... meglio tardi che mai.
"E' una specie di garanzia." "Garanzia?" "Sono dodici tazze di caffè. Dodici volte da Grounds, dodici occasioni di vederti."
Keller, secondo me, è davvero, per Kate, l'amore della sua vita. E con questo non voglio assolutamente sminuire Gus o il loro rapporto, perché Gus, in realtà, è molto di più. È il suo migliore amico, un fratello, la sua metà, la sua famiglia. Quello che c'è tra loro è senza dubbio amore, ma non semplicemente nell'accezione romantica del termine, sono molto più che una coppia. Non esiste niente al mondo che possa dividerli, da una vita si vogliono bene e sarà così per sempre. Farebbero davvero qualunque cosa l'uno per l'altra, e non è soltanto un modo di dire. Il loro rapporto è uno dei più belli di cui abbia mai letto, se non il più bello, e il fatto che non siano una vera e propria coppia forse ha reso il legame addirittura più intenso. Tutti dovremmo avere un Gus o una Kate nella nostra vita. Sono molto felice per il fatto che l'autrice non abbia messo Gus e Keller uno contro l'altro, ma che invece abbiano trovato la loro complicità e che abbiano capito che ognuno di loro è fondamentale nella vita di Kate, anche se in un ruolo diverso. Ho trovato poi molto carino che entrambi avessero un modo tutto loro di soprannominarla.
"O anche perché ho semplicemente voglia di sentire la tua voce, perché per me sei l'amico, la famiglia, il passato, e anche me stessa."
I temi affrontati, a volte velocemente, ma sempre in modo impeccabile, sono davvero tanti, ma non voglio svelarveli tutti. Tra quelli di maggiore importanza e che più mi hanno catturata, c'è sicuramente quello dell'omosessualità. Con un'attenzione particolare a tutta l'ignoranza e la violenza che, ancora oggi, sono collegate a questo argomento. Tra le tante qualità di Kate c'è in particolare quella di essere un'amica fantastica, e con Clayton lo ha dimostrato in ogni occasione. 
Un altro rapporto che mi ha toccata parecchio è quello tra la ragazza e Audrey, la mamma di Gus, che anche lei considera come una mamma. A differenza della donna che l'ha messa al mondo, che Kate ha sempre visto solo come sua madre... e c'è un abisso tra le due definizioni.

Non credo ci sia bisogno di ulteriori argomentazioni sulla bellezza di questo lavoro di Kim Holden, ma voglio strafare e quindi aggiungo un altro punto a favore: la musica! Ha un ruolo fondamentale in questo romanzo ed è un di più che io apprezzo sempre moltissimo nelle storie. La scena, verso la fine, della canzone di Kate e Gus è stata qualcosa di magnifico. Era come se fossi nello studio con loro e mi ha colpita come se stessi veramente ascoltando la musica, le parole e l'interpretazione. L'autrice, oltre ad avere uno stile di scrittura che mi piace molto, ha la capacità di rendere incredibilmente intense le situazioni che racconta.
"Ti amo più di quanto tu possa immaginare." "La mia immaginazione è infinita." "Anche il mio amore."
Quando parlo di quello che mi piace non smetterei mai, ma è giusto, soprattutto nei vostri confronti, arrivare ad una conclusione. È una storia triste, straziante, che fa arrabbiare per quanto la vita sia ingiusta. Ma è anche una storia di forza, positività, gioia di vivere e amore in tutte le sue bellissime forme. Kate si merita un lieto fine, le persone che le vogliono bene se lo meritano, noi che abbiamo gioito e sofferto con tutti loro ce lo meritiamo. Ma un finale diverso non avrebbe probabilmente reso in modo altrettanto forte. La vita è splendida, ma è anche perfida, ti dà tanto e ti toglie tutto, e questo romanzo ce lo mostra benissimo. Però io lo voglio ricordare per tutti i messaggi positivi che mi ha trasmesso e per il coraggio che molti dei personaggi hanno dimostrato in quei momenti in cui gettare la spugna sarebbe stato quasi inevitabile.

A presto, belli!
Veronica


ATTENZIONE, spoiler nei commenti!





8 commenti:

  1. Sto leggendo Gus... ♡
    Bellissima recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! <3
      Lo sto leggendo anche io... sto aspettando con ansia il momento in cui tornerà ad essere felice :(

      Elimina
  2. Questo è stato uno dei libri più belli del 2016.Kate è un personaggio che non si dimentica infatti,leggere Gus è stato impegnativo perchè ancora non volevo abbandonare l'idea che Bright Side non ci fosse più nelle loro vite.Ora che l'ho finito rileggerei entrambi altre mille volte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Completamente d'accordo! Io non sono ancora a metà di Gus, ma, mamma mia, ogni volta che nomina Bright Side mi viene un tuffo al cuore. Abbiamo entrambi bisogno di un lieto fine!

      Elimina
  3. Wow, che bellissima recensione!!!
    Credo proprio che aggiungerò questo libro in reading list perchè le tue parole mi hanno letteralmente conquistata.

    Baci
    Eleonora C
    LA BIBLIOTECA DELLA ELE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio davvero di cuore!
      Ne sono felice e non posso fare altro che consigliartelo ancora una volta!
      A presto <3

      Elimina
  4. Una recensione davvero molto intensa, Veronica! Io lo ho in wishlist e non vedo l'ora di poterlo leggere :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio di cuore, mi stanno facendo davvero tantissimo piacere tutti questi bei commenti! Significa che sono riuscita a trasmettere quello che questo libro mi ha dato :)
      Ti assicuro che sarà una lettura che non dimenticherai ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...