martedì 23 maggio 2017

RECENSIONE (ANTEPRIMA): Tutta colpa di quel bacio di Cassandra Rocca


Buonasera! Ho il piacere di parlarvi di Tutta colpa di quel bacio, l'ultimo romanzo di Cassandra Rocca, proprio nel giorno di uscita. Grazie alla Newton Compton ho avuto l'occasione di leggerlo in anteprima (ma sono sicura che anche molti di voi hanno approfittato del fatto che fosse già presente al Salone del Libro di Torino) e l'ho divorato davvero in poche ore. Questo romanzo è autoconclusivo e a sé stante, ma ha un piccolo collegamento con il precedente, Ho voglia di innamorarmi, che trovate recensito qui. La protagonista, infatti, è la Emily Warren che ha avuto una piccola parte nella storia di Heaven e David. Ma la cosa più bella per me, ma sicuramente anche per voi, è che abbiamo l'occasione di ritrovare la vecchia coppia e scoprire come continua la loro bellissima storia d'amore. 

Trama
Fuggita da Londra con il cuore infranto, Emily si è trasferita a New York, dove ha deciso di buttarsi a capofitto nel lavoro, unico settore nel quale sembra avere successo. Con gli uomini ha chiuso, ma purtroppo San Valentino è alle porte e l’agenzia di event planner per cui lavora è sommersa di richieste a cui lei deve rispondere. A complicare le cose arriva Matthew Cohen, proprietario di una linea di navi da crociera, nonché sua vecchia conoscenza: è stato il primo due di picche della storia sentimentale di Emily. A causa di Matt, ora si ritrova invischiata nell’organizzazione di quello che è diventato l’evento più romantico del momento: “La Crociera degli innamorati”. Come se non fosse abbastanza deprimente ritrovarsi a bordo, single, in mezzo a tutte quelle coppie felici, Emily dovrà fare i conti anche con la presenza scomoda di Matt, così magnetico e sicuro di sé. L’attrazione tra loro è innegabile e la tentazione è forte, ma Emily non vuole soffrire di nuovo: quel viaggio sta risvegliando in lei desideri ai quali credeva di aver rinunciato per sempre, rendendola vulnerabile. Innamorarsi di un uomo che non crede nell’amore sarebbe davvero un terribile errore. Oppure no?

Avrete capito che, quindi, questo non è il mio primo romanzo di Cassandra Rocca. Ho già avuto modo di apprezzare il suo stile e la sua scrittura, ma soprattutto la sua capacità di raccontare storie coinvolgenti a tal punto da estraniarti da tutto il resto per qualche ora. È la seconda volta che, con lei, mi ritrovo alla fine con un enorme sorriso sulla faccia, felice e serena. Inoltre, cosa quasi mai scontata, anche questo finale mi ha completamente soddisfatta. Certo, avrei letto volentieri altre pagine su Emily e Matt, ma ci viene raccontato tutto quello che vogliamo sapere, senza lasciare nulla in sospeso. Per una volta, strano ma vero, ho accettato senza remore la parola fine. E, ripeto, soddisfare ogni curiosità non è così facile come sembra. Detto questo, credo sia il caso però di fare un passo indietro e ripartire dall'inizio.
"La fai sembrare facile". "Lo diventa quando hai la fortuna di incontrare la persona giusta. E quando la trovi, devi avere il fegato di prenderla e tenertela stretta".
Il motto di Emily è "odio tutti gli uomini", la sua disastrosa vita sentimentale le ha regalato solo delusioni e una triste convinzione: l'amore non esiste, nessun uomo è capace di amare veramente solo una donna, di restarle fedele. E lavorare in un'agenzia come organizzatrice di eventi, nel periodo di San Valentino, è la ciliegina sulla torta. Circondata da coppiette smielate e innamorate, si consola solo quando tiene tra le braccia l'unico maschio della sua vita, il suo adorabile gattino. Ma il destino è beffardo e sembra divertirsi in particolar modo con lei quando al lavoro è costretta ad occuparsi di un cliente molto importante. Ma l'uomo in questione è proprio quello che quattordici anni prima l'ha conquistata con quegli stessi occhi che la catturano anche oggi, Matthew Cohen, la sua prima delusione amorosa. Se Emily vorrebbe solo scappare, Matt è deciso invece a sfruttare la vecchia amicizia che li legava. È ora il proprietario delle navi da crociera dove i due ragazzi passavano le estati e ha bisogno di un grande aiuto per non far affondare la sua compagnia.
"Non ho nessuno di davvero importante nella mia vita, non c'è una sola persona che mi faccia pensare: "è qui per me". Ed è dura, a volte. Ti guardi intorno e vedi il vuoto, e allora cerchi ansiosamente qualcuno che lo riempia. Ma finora ho trovato solo comparse temporanee, il che forse è ancora peggio, perché dopo devi ricominciare tutto da capo".
Come da ragazzini, anche ora che sono adulti possono contare su una bella complicità, arricchita però da una innegabile attrazione fisica. Matt sarebbe più che disposto a rendere il loro rapporto lavorativo più divertente e "piacevole", del resto lui sa che non potrebbe mai innamorarsi di Emily, perché l'amore non esiste, è questo che gli ha insegnato la vita. Ma lei, dietro il suo atteggiamento cinico e disilluso, resta una gran romanticona e sa benissimo che innamorarsi ancora una volta, in particolare di quest'uomo, può solo portarla ad ulteriori sofferenze. Forse, quindi, una bella crociera di dieci giorni ai Caraibi, circondati da coppie che celebrano il proprio amore, potrebbe essere la cosa migliore e peggiore per entrambi. Sarà Matt a rendersi conto di avere un cuore e di saper amare o sarà Emily a collezionare l'ennesima delusione?
"Un attimo prima sei libero come l'aria e intendi fermamente rimanere tale, e quello dopo inizi a pensare a quanto ti piace, a quanto la desideri, a quanto ti manca quando non è con te. Inizi a farti un sacco di domande e a quel punto, amico, sei già fregato."
Non voglio dirvi molto altro perché il romanzo sarà perfettamente in grado di divertirvi ed emozionarvi, di farvi sperare e sognare. Entrambi hanno bisogno di tornare, o di iniziare, a credere nell'amore, ma per fare questo servirà qualche piccolo aiuto. Dai coniugi Cooper ad una dolcissima coppia di anziani, dalla finzione a piccole disavventure, dall'atmosfera romantica alle bellissime spiagge tropicali. Ma, ancora una volta, il compito più importante spetta al fedele amico peloso. Cassandra è senza dubbio molto brava a raccontare storie d'amore, ma quello che le riesce meglio, e che io più amo, è descrivere l'amore puro e sincero che lega un cane o un gatto al suo padrone. E, a discapito delle premesse, sarà proprio con il freddo Matt che verrà fuori al meglio tutto questo affetto.

Al prossimo libro!
Veronica

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...