mercoledì 17 maggio 2017

RECENSIONE: Forever. Solamente io e te (The Ivy Series #2) di Amy Engel


Buongiorno! Con la recensione di oggi vi riporto ad un'uscita del 23 Febbraio della Newton Compton. Vi voglio parlare di Forever. Solamente io e te, seguito di Forever, e conclusione della The Ivy Series di Amy Engel. Con questo romanzo distopico andiamo ora a scoprire, insieme ad Ivy, come si vive oltre la recinzione, al di fuori della civiltà, dove non ci sono leggi, ma solo i più forti sopravvivono.

Trama
Sono ancora viva. A malapena. Il mio nome è Ivy Westfall. Ho sedici anni e sono una traditrice. Tre mesi fa, sono stata costretta a sposare il figlio del Presidente, Bishop Lattimer – come è stabilito che facciano tutte le figlie del clan perdente nella guerra che sono cedute in matrimonio ai figli dei vincitori. Ma io ero diversa. Io avevo una missione segreta da portare a termine: uccidere Bishop. Invece, mi sono innamorata di lui. Ora sono una reietta, abbandonata al mio destino e devo sopravvivere nella ferocia brutale delle terre al di fuori della civiltà. Eppure, anche qui, c’è speranza. C’è vita oltre la recinzione. Ma non posso correre più veloce del mio passato. E ogni giorno il mio cuore si chiede se riuscirà mai a battere di nuovo come un tempo…

Ivy era l'unico mezzo, per la famiglia Westfall, per riconquistare il potere. Il matrimonio combinato con Bishop Lattimer era tanto indesiderato quanto necessario perché non avrebbero mai avuto un'occasione migliore per raggiungere il loro obiettivo. Vivere insieme al figlio del Presidente dava modo alla giovane di portare facilmente a termine il proprio compito, quello che il padre e la sorella le avevano affidato: uccidere Bishop. Ma il ragazzo non è affatto come le ha sempre fatto credere la sua famiglia, non è il cattivo della situazione, è dolce, premuroso, gentile. Anche lui, come lei, si è ritrovato incastrato in questa unione, ma si comporta nel migliore dei modi cercandone il lato positivo... e Ivy riesce solo ad innamorarsene! Così, quando il suo piano viene scoperto, non solo era ben lontana dal volerlo realizzare, ma si sacrifica per non tradire neanche la sua famiglia. Alla fine del primo libro, quindi, vediamo la ragazza che viene punita e abbandonata al di fuori della recinzione... e ora?

Il secondo capitolo riprende da dove ci eravamo lasciati, con Ivy occupata a cercare di sopravvivere, letteralmente. La situazione si fa decisamente più complicata e lei si ritrova completamente sola. La giovane Westfall è sempre stata educata a combattere, a giocare d'astuzia e a farsi valere, ma solo ora la vediamo veramente in azione. Scopriamo un'Ivy guerriera, forte, coraggiosa, ma paradossalmente anche più sensibile. La breve convivenza con Bishop l'ha profondamente cambiata, ha sciolto la sua freddezza, ma l'ha anche resa libera. Il pensiero di ritornare dall'uomo che ama l'aiuta a resistere, la pericolosa avventura la tempra, ma la solitudine le fa finalmente aprire gli occhi. Lei non ci ha pensato nemmeno per un secondo prima di sacrificarsi e farsi punire per proteggere la sua famiglia, ma dove sono suo padre e sua sorella adesso? Perché nessuno ha provato a salvarla? Perché nessuno l'ha protetta?
Qualcuno mi ha permesso di essere semplicemente Ivy, quando tutti gli altri volevano plasmarmi in una ragazza diversa. Questo è il dono più prezioso che Bishop potrà mai farmi.
Anche in questo caso sarà facile tifare per Ivy, praticamente vi ritroverete a soffrire, a sperare, a lottare e a gioire con lei. Ma, anche se andrà avanti grazie alle sue forze, potrà contare sull'aiuto di nuovi amici che l'addestreranno e la supporteranno. Se nel primo libro abbiamo visto com'è la vita a Westfall, ora abbiamo finalmente modo di scoprire cosa c'è fuori. Ed è qui che avranno luogo quasi tutte le vicende. 
"Tu sei brava ad amare le persone, Ivy, lo fai intensamente, sei molto più abile di quanto tu stessa non creda". "È merito tuo. Tu mi hai insegnato come fare". "Abbiamo imparato insieme".
Di azione ce n'è quindi veramente molta, ma anche i sentimenti avranno il loro importante ruolo. Negativi come l'odio, la vendetta e il tradimento, ma anche positivi come l'amicizia e l'amore. Sì, l'amore, perché ovviamente Bishop ci sarà e si confermerà l'uomo perfetto che già adoriamo. Se poi ci mettete la pazienza, il rispetto, l'affetto e il coraggio che ha sempre dimostrato ad Ivy, è proprio il ragazzo che ognuna di noi vorrebbe al suo fianco. Nonostante entrambi siano cresciuti in famiglie dove rivalità e desiderio di vendetta sono all'ordine del giorno, riescono comunque ad essere guidati solo dalla bontà, dal perdono. Continuano a mettere il bene delle persone che amano davanti al loro, anche quando queste persone non lo meritano.
"Non dovevi per forza seguirmi, tu avevi una scelta". "Credi che avessi scelta?", risponde Bishop. "Che scelta, Ivy? Io non sono come tuo padre o Callie, non ti avrei mai lasciata semplicemente andare via, perché ti amo, come vedi non c'è mai stata un'altra scelta".
L'inizio della serie mi era piaciuto tantissimo, così come ho adorato il finale e la scelta dell'autrice riguardo al futuro dei protagonisti (anche se non nego che mi sarebbe piaciuto saperne di più). Ho anche apprezzato la coerenza di tutta la storia e dei personaggi. Non avrei cambiato nulla dell'inevitabile resa dei conti tra Westfall e Lattimer, anche perché la Engel è riuscita a raccontare alla perfezione una scena emotivamente molto molto carica e a trasmettere ogni emozione. La rivalità politica tra le due famiglie è solo una piccola parte dell'odio che le separa. Un odio che non può essere vinto neanche dall'amore e una distanza che non può essere colmata neanche dall'unione di Ivy e Bishop. Per concludere, se vi piacciono i romanzi distopici, vi consiglio assolutamente di leggere questa duologia.

Al prossimo libro!
Veronica

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...