mercoledì 10 maggio 2017

RECENSIONE: Le strane logiche dell'amore di Tania Paxia

Ciao a tutti! La recensione di oggi è su un romanzo arrivato da pochissimo in libreria, ma che potrebbe essere una vostra vecchia conoscenza. Le strane logiche dell'amore non è infatti una novità per chi legge anche self, così come non lo è la sua autrice, Tania Paxia. Qualche giorno fa, con questo romanzo, ha fatto il suo ingresso in Newton Compton passando così a far conoscere le sue storie ad un pubblico più vasto. Io di suo avevo già letto (e amato, tanto) Prima che arrivassi tu, quindi, appena ho trovato il suo nome tra le nuove uscite, mi sono detta che anche questo suo "nuovo" lavoro doveva essere mio. Poi ho letto la trama e me ne sono convinta ancora di più. Poi ho letto il libro e... voi cosa immaginate?

Trama
Cameo Pink MacKenzie ha sangue inglese e americano nelle vene, ventisei anni, e vive in un monolocale a Londra insieme al suo adorato cane Flash. Per pagarsi l’affitto dà una mano alla madre nella sala da tè di Notting Hill, ma la sua vera passione sono i libri e dedica la maggior parte del tempo a recensirli sul suo blog Another book in the wall, ormai seguitissimo. Purtroppo, oltre alla cronica mancanza di lavoro, nella sua vita il vero assente è l’amore. Chase, otto mesi fa, l’ha lasciata per una ragazza svedese, e si è pure trasferito in Scandinavia. Da allora, il deserto. Se non fosse che la sua attenzione ricade sulla copia che una casa editrice le manda in anteprima per una recensione, e la foto dello scrittore esordiente ritratto in copertina la colpisce come non le succedeva da tempo. Qualche sera dopo, a un concerto a cui ha accompagnato un’amica, per errore rovescia un bicchiere di birra addosso a un tipo, in cui riconosce il ragazzo del libro. Ma nei giorni seguenti troppe cose intorno a quel romanzo e al suo autore non quadrano e per Cameo diventerà quasi un’ossessione scoprire cosa si nasconde dietro al misterioso Tristan Moseley…

Cameo Pink è un'affermata book blogger, il suo blog è la sua oasi felice, l'angolino in cui coltivare la sua passione, una delle poche grandi soddisfazioni della sua vita. Perché, se parliamo dell'ambito lavorativo o sentimentale, Cameo non può ritenersi altrettanto realizzata. Al momento il suo unico lavoro è quello che svolge nella sala da tè della madre, la stravagante donna che le ha affibbiato il suo particolarissimo nome e l'ha costretta ad una vita di risatine e facce incredule dopo ogni sua presentazione. Per quanto riguarda l'amore, comunque, non le è andata molto meglio che con il nome. Il suo ex l'ha tradita e mollata per fuggire con una ragazza svedese. Le sue giornate passano quindi nella monotonia e nelle azioni abitudinarie, con l'unica gioia costituita dall'arrivo del corriere che porta in dono i suoi amati libri. Nessuno si riconosce in questa descrizione, vero? Tutto, però, si fa molto più interessante quando una casa editrice le manda in anteprima un libro da recensire e la foto dell'autore la colpisce. La colpisce talmente tanto che le sembra di ritrovarselo davanti, ma forse è proprio così, quello è proprio Tristan Moseley, lo scrittore.

Il giorno dell'uscita del libro, però, qualcosa di strano attira la sua attenzione e, da brava blogger e donna curiosa, non può fare altro che indagare per scoprire la verità. Del resto lei non conosce nulla della vita di Tristan e tutto per lei sarà una sorpresa, piacevole o meno lascio che siate voi a scoprirlo. Da una bugia detta a fin di bene e qualche piccola omissione, Cameo si ritrova a doversi districare in una fitta rete di menzogne, ma ormai è troppo tardi per tirarsi indietro, sono entrambi troppo coinvolti per mentire ancora, ma anche per dire la verità e sperare di non perdere tutto. 
Non eravamo solo amici, non avevamo un rapporto di solo sesso e non lo avrei neanche definito amore, ma non avevo un altro modo per chiamarlo. E se non era amore, allora era qualcosa che ci andava molto vicino. La nostra non era una lotta per prevalere, ma qualcosa di più profondo, di più intimo, che andava oltre la semplice eccitazione. Ci stavamo donando l'uno all'altra, all'unisono. 
È praticamente impossibile non voler bene a questa protagonista. Ammettiamolo, quante di noi si sono riviste nelle sue innocenti attività da stalker? Certo, anche Tristan si fa voler bene (no, è vero, si fa proprio amare uno così) ed è l'ignara vittima della situazione, ma, anche se è Cameo dalla parte del torto, possiamo considerarla altrettanto vittima delle sue azioni. Io, poi, mi sono ovviamente immedesimata moltissimo in lei e nella sua passione. La capacità degli scrittori sta anche nel riuscire a far sembrare familiari mondi lontani da chi legge, ma, quando in un libro si parla di cose che conosci, di situazioni che vivi tutti i giorni, non puoi che esserne ancora più coinvolto. Ed è quello che è successo a me con questo romanzo, grazie soprattutto al fatto che l'autrice sa esattamente di cosa sta parlando e non c'è nulla di costruito e studiato sotto. Il blog è parte integrante della storia e ho amato la scelta di inserire lo scambio di email con le case editrici e, addirittura, le recensioni di volta in volta pubblicate. Questo, secondo me, denota la grande cura con cui Tania ha scritto la sua storia, ha permesso a noi "book blogger" di sentirci ancora di più parte del racconto e ha coinvolto ulteriormente chi invece è più lontano dal mondo dei blog.
"Io invece sono Ginger, la mamma della ragazza alla quale fai gli occhi dolci". Rimase seria, imperscrutabile, continuando a fissarlo con il solo fine di metterlo a disagio, ma fallì miseramente. "È così evidente?", le offrì un sorriso obliquo, sensuale da morire.
Su Tristan non voglio svelarvi nulla per lasciare a voi il piacere di conoscerlo e scoprire ogni suo lato insieme a Cameo. Ma posso scommettere che vi innamorerete di lui. Perché dove lo si trova un uomo così dolce, romantico, bello e che, soprattutto, ci capisce così bene? Non è da tutti accettare il fatto che nel nostro cuore ci sarà sempre posto per un altro uomo... il corriere!
"Aspetti qualcuno?" "Forse è il corriere, perché ho ordinato alcuni libri online." "Ah, allora apri. I libri non si devono far attendere. Perché mi guardi così?" "Perché sei la mia metà ideale."
Sono davvero contenta che la Newton abbia notato questa brava e promettente autrice e non vedo l'ora di leggere gli altri suoi romanzi. Anche in questo libro ho ritrovato lo stile fresco e la scrittura scorrevole e coinvolgente che mi aveva conquistata in precedenza. Nei suoi romanzi c'è molta ironia e grande spazio per i sentimenti, le sue storie sono tra quelle che non puoi assolutamente mettere via prima di aver terminato di leggerle. Unica piccola pecca? Finisce troppo presto! La voglia di conoscere ancora qualcosa su Cameo e Tristan sarà incredibile. Mi auguro comunque che Le strane logiche dell'amore vi piaccia tanto quanto è piaciuto a me. 

Al prossimo libro!
Veronica

2 commenti:

  1. Grazie infinite, Veronica! Sono felicissima che ti sia piaciuto! ♥

    RispondiElimina