lunedì 21 novembre 2016

RECENSIONE: Nothing more #1 - Dopo di lei di Anna Todd


Buongiorno! Dopo il successone di After, Anna Todd torna con Nothing more, la serie dedicata a Landon Gibson, migliore amico di Tessa e fratellastro di Hardin. Dopo di lei è il primo libro ed è stato pubblicato dalla Sperling & Kupfer il 25 Ottobre. Cuori confusi sarà invece il seguito, in libreria da domani 22 Novembre. Se siete tra i pochi a non aver letto o a non conoscere la serie d'esordio di questa autrice, potete tranquillamente avvicinarvi a questa nuova uscita, la storia risulterà comunque comprensibile.

Trama
New York con i suoi grattacieli vertiginosi e la vita frenetica è forse l'ultimo posto al mondo in cui Landon Gibson avrebbe immaginato se stesso. Eppure quando la sua ragazza di sempre, Dakota, si trasferisce lì per studiare danza, decide di seguirla. Una nuova vita lo aspetta nella città che non dorme mai. Insieme però a un'amara sorpresa. Poco dopo il suo arrivo, infatti, Dakota rompe con lui. Landon ha sempre pensato che New York sarebbe stato l’inizio del suo futuro, non certo la fine del suo passato. E ora deve trovare la forza di ricominciare, dopo di lei. Per fortuna al suo fianco, ad aiutarlo a rimettere insieme i cocci, c'è Tessa, la sua migliore amica. Ma non sarà facile perché l'amore, a volte, è davvero imprevedibile. Messo alla prova, Landon, bello, gentile e un po' impacciato, si confermerà davvero il bravo ragazzo, il "marito ideale" che tutti credono?

Il mio approccio con questo libro è stato un po' strano, da un lato ero molto curiosa di conoscere meglio la storia di Landon e di scoprire cosa fosse accaduto nei grandi salti temporali di After, dall'altro temevo che questa serie avrebbe vissuto solo di rendita dopo il successo della precedente, ma che in realtà non avesse nulla da dire. Dopo aver letto la prima parte posso dire che questa è una storia a sé e che quello di Landon è davvero un bel personaggio, divertente per quanto impacciato, l'antitesi del maschio alfa, un mammone dal cuore d'oro. Insomma, sono contenta che abbia avuto il suo spazio.

Non capirò mai perché per i bravi ragazzi sia così dura. Però, se ci pensate, sono i bravi ragazzi che alla fine diventano mariti. Per un po' le donne vanno avanti per prove ed errori con tipi affascinanti e ribelli, ma in genere finiscono per scambiare la moto con una Prius. Che sarei io.
Landon è l'opposto di Hardin, è un bravo ragazzo ed è contento di esserlo. È uno di quelli che mette sempre il bene degli altri davanti al suo, è gentile, dolce e premuroso, quello che molti definirebbero uno "sfigato". Il fidanzato che le mamme vorrebbero per le figlie, ma che le figlie lasciano per un bad boy. Il massimo della sua ribellione consiste nel gettare a terra i vestiti sporchi. Però il caro Landon nascondeva una vita sessuale parecchio attiva, fino al momento della lontananza con Dakota. Almeno di questo il suo fratellastro potrebbe essere un po' orgoglioso.

Landon si è trasferito a New York per raggiungere la sua fidanzata, la quale, però, ha pensato bene di mollarlo prima del suo arrivo. Il libro inizia quando si è ormai stabilito da un po' nella Grande Mela e condivide l'appartamento con Tessa, anche ora la sua unica amica... certe cose non cambiano mai. Con Dakota le cose non vanno male, ma è certamente passata da essere la persona con cui condivideva tutto, ad una semplice conoscente. Nella sua vita, però, si fa sempre più spazio una nuova ragazza: Nora. È più grande, provocante, potrebbe avere chiunque ai suoi piedi, ma per qualche strano motivo è attratta da quel dolce e bravo ragazzo. Chi sceglierà: il suo primo amore, la ragazza delle prime volte, la persona che conosce da una vita o la ragazza misteriosa, da cui è attratto e a cui non sa resistere?
Personalmente non nutro una grande simpatia nei confronti di Dakota e tifo per Nora, ma sono sicura che ci siano ancora tante cose che non ci sono state dette e che potrebbero anche farmi capire un po' di più Dakota. Del resto proprio After insegna che siamo capaci di perdonare qualsiasi cosa.
Mi aspettavo che fosse l'inizio del mio futuro, non la fine del mio passato.
Lo stile semplice e molto scorrevole della Todd si ritrova anche qui, ma ho notato molta meno azione rispetto ad After. Poca interazione, pochi personaggi e molta riflessione, cose che però rispecchiano perfettamente il personaggio di Landon. Che, lasciatemelo dire, nella sua testa è parecchio logorroico! La storia è completamente diversa da quella di Hardin e Tessa, ed è giusto così. Sono contenta che l'autrice non abbia reso il giovane Gibson una brutta copia del tenebroso Scott. Quindi, se per diversi motivi non avete amato la serie precedente, non escludete questa a priori, perché vi assicuro che non si assomigliano affatto. Non dovrete neanche sopportare troppo la coppia che ha fatto tanto discutere, perché è come se fosse praticamente inesistente.

Tirando le somme, al momento non sono soddisfatta al 100%. Mi è sembrata tutta una grande premessa e che la storia vera e propria non sia ancora cominciata. Oltretutto il libro sembra di media lunghezza, in realtà, considerando come è impaginato, è molto più breve. Spero che il seguito sia più corposo e che le buone premesse vengano trasformate in una bella storia.

Ne approfitto anche qui per ringraziare la Sperling & Kupfer per avermi inviato questa serie e per annunciare con un pizzico di orgoglio l'inizio della collaborazione anche con questa grande casa editrice! Da quando ho aperto il blog ho collezionato una serie di piccole e grandi soddisfazioni e sono molto felice di aver preso questa decisione.

Al prossimo libro!
Veronica

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...