lunedì 12 dicembre 2016

RECENSIONE: Love. Fidati di me (Serie Love #4) di L.A. Casey


Buonasera! Finalmente, e lo dico davvero, sto scrivendo questa recensione! Ho letto Love. Fidati di me poco dopo la sua uscita (3 Novembre), ma è passato tutto questo tempo perché si sono intromessi impegni vari e libri più "urgenti" da pubblicare e quindi, per forza di cose, questa è slittata fino ad oggi. Ma ci tengo comunque a pubblicarla, sia perché nel blog trovate già le recensioni delle due uscite precedenti (Kane e Aideen), sia perché voglio continuare a parlarvi di questa serie che mi sta piacendo sempre di più! Ormai siamo arrivati al quarto libro della serie Love (settimo se contiamo anche le novelle) e L.A. Casey ci racconta finalmente come è iniziata la storia d'amore tra Ryder e Branna e, tornando al presente, quali sono i motivi della loro crisi. La casa editrice che dobbiamo ringraziare per averci fatto conoscere i fratelli Slater è, come sempre, la Newton Compton.

1. Love. Un nuovo destino - Dominic
1.5 Love. Anime gemelle - Bronagh
2. Love. Un incredibile incontro - Alec
2.5 Love. Amori perduti - Keela
3. Love. Un pensiero infinito - Kane 
3.5 Love. Come cuori lontani - Aideen 
4. Love. Fidati di me - Ryder

Trama
Branna Murphy si sente sconfitta. Sapeva di essere innamorata persa, di amare quell’uomo più della sua stessa vita e di aver fortemente desiderato quella relazione. Ha sperato fino all’ultimo in un cambiamento, un segnale che le facesse capire di essere desiderata, amata. Ma il miracolo non è arrivato. Parlare, gridare non ha funzionato, piangere non ha funzionato. Il dolore non ha funzionato. Ryder Slater è furioso. Per mesi ha mentito alla donna per cui si farebbe uccidere, ma non può rivelarle i propri sentimenti. È coinvolto in qualcosa di pericoloso e la gente intorno a lui sta iniziando a morire. Non poteva parlare. Le cose tra Ryder e Branna sono arrivate a un punto di non ritorno, ma lui non ha altra scelta che lottare con le unghie e con i denti per salvare la sua famiglia e l’amore della sua vita. Ma è davvero dura riuscire a mantenere il sangue freddo...

Di solito non spendo troppe parole sulle copertine, perché sono convinta che un libro vada giudicato esclusivamente per il suo contenuto. Però ci sono e inevitabilmente le notiamo e le apprezziamo... oppure no. Non voglio fare un lunghissimo discorso sulle cover originali che vengono cambiate da noi in Italia o su quanto siano fuorvianti alcune perché lontanissime dalla storia vera e propria. Però fatemi dire una cosa: perché noi non ci meritiamo di avere nella nostra bella libreria un libro con una copertina così? 



Ho lasciato l'immagine grande di proposito, perché è una copertina che va ammirata bene!
Ora, se cercate le cover originali di questa serie, potete vedere quanto siano coerenti con i personaggi. E' questo che vorrei in futuro anche da noi (se poi questi uomini ce li mettete a torso nudo, tanto meglio!), che la prima impressione che abbiamo di un libro sia almeno vicina a quella giusta. Che poi alcune delle nostre copertine di questa serie non erano poi neanche male... questa però, purtroppo, proprio non mi piace ed è ancora di più un peccato vedere cosa ci siamo perse.

Veniamo però alle questioni importanti: questa serie, per quanto mi riguarda, sta diventando sempre meglio! La Casey non perde il tocco che ci ha conquistate fin dall'inizio, ma ho notato che ha smorzato quegli aspetti che ci hanno fatto storcere il naso nel primo libro. La violenza e le parolacce non sono certo sparite, ma sono un po' più motivate rispetto a prima e non troppo eccessive. So che molte, proprio per questi motivi, non hanno proseguito la lettura, ma, se volete un consiglio, date un'altra possibilità ai fratelli Slater... non ve ne pentirete.

Con serie così lunghe, c'è il rischio che dopo un po' le storie si ripetano tutte uguali, ma, nonostante l'autrice continui a svilupparle sempre sulla medesima struttura (odio/antipatia, attrazione, tragedia, amore eterno), questa volta si è scostata facendo qualcosa di nuovo che per me ha funzionato alla grande. Come prima cosa, Branna e Ryder non sono una coppia nuova, ma sono stati anzi i primi a mettersi insieme. Anche se, grossomodo, conoscevamo già la loro storia, non è mancata, almeno per me, la curiosità di scoprire come si sono innamorati. Al contrario, la scena del loro primo incontro mi è piaciuta tantissimo e soprattutto ho apprezzato moltissimo il fatto che, per una volta, i due non abbiano fatto finta di non piacersi e di odiarsi. Si sono visti, si sono piaciuti e si sono amati, così, molto semplicemente. Quello che però rende ancora più emozionanti questi momenti è il fatto che ci vengono raccontati nell'intervallo tra una scena e l'altra del presente, presente in cui la situazione, purtroppo, non è più positiva e felice come un tempo. 

Branna e Ryder sono i più grandi della famiglia, e quindi si sono sempre preoccupati per gli altri, ci sono stati per ogni loro problema e sono stati il loro punto di riferimento... ma adesso sono proprio loro a sentirsi persi, ad aver bisogno di aiuto. Si stanno allontanando e quell'amore, invidiato da tutti, sembra non essere abbastanza forte per superare questa difficoltà. Avevamo già potuto assaporare la freddezza che si era venuta a creare tra loro, ma ora ci ritroviamo in una situazione di gelo perenne. Gli Slater sono sempre stati molto focosi e passionali con le loro donne, quindi il semplice fatto che Ryder non la sfiori neanche più ci fornisce già una prova evidente dei problemi che si sono insinuati nella coppia. Branna mi ha fatto una tenerezza incredibile: l'uomo che ama è freddo, distante, scontroso e nasconde qualcosa, ma lei non ha idea di come siano arrivati a quel punto. Ormai conosciamo il primogenito di casa Slater, non possiamo veramente dubitare di lui, immaginiamo, anzi sappiamo, che si comporta come si comporta per un motivo più che valido, ma questa situazione lo sta veramente trasformando in una persona che non riconosciamo più e che non possiamo far altro che biasimare.
"Amarti è facile, Ryder, ma fidarsi di te no".
Sarebbe dovuta essere la coppia più "tranquilla", quella già assodata, invece è quella che ci fa soffrire di più. E' evidente che si amino ancora, anche se non riescono più a dimostrarselo. Per Branna però la situazione sta diventando insopportabile, i dubbi sono troppo grandi, e la sofferenza e la rassegnazione stanno vincendo la battaglia contro la speranza. Ryder è talmente preso dalla brutta situazione in cui si trova, dal peso del passato che ancora grava sulle sue spalle e dal bisogno di proteggere tutta la sua famiglia, che non si accorge nemmeno che, così facendo, sta perdendo l'amore della sua vita. Entrambi si trovano in una fase di stallo e hanno bisogno di uno scossone per reagire, ma è troppo tardi per recuperare quello che avevano?
"Non ci lasceremo", affermò, il volto rosso. "Non rinunceremo solo perché la merda è diventata dura, combatteremo". Mi stava uccidendo. "Abbiamo già combattuto...". "L'uno contro l'altra, non l'uno per l'altra". Risposi con il silenzio, quindi lui continuò. "Ricominceremo da capo. Non so dove ci siamo persi, ma se ripartiamo da zero possiamo ritrovare la strada per incontrarci. So che possiamo farcela". [...] "Perché?" "Perché ti farò innamorare di nuovo di me".
La Casey ci ha fatto temere parecchio, ma si è fatta perdonare con un finale da favola, in perfetto stile Slater, che mi ha regalato un momento che, personalmente, attendevo da tempo. Sarò ripetitiva, ma la forza di questa serie è data dalla presenza costante di tutto il gruppo in ogni libro. Per motivi diversi, ma mi piacciono tutti e cinque, così come mi sono piaciute le loro storie d'amore, ma tutti insieme li amo proprio. Mi riempie il cuore di gioia vedere la complicità che si è creata in questa grande famiglia, quanto affetto ci sia, come siano sempre pronti a qualsiasi cosa per difendersi a vicenda... e non solo tra fratelli o sorelle, ma anche tra cognati.
Seppi allora, senza ombra di dubbio, che quella bellissima persona imperfetta mi possedeva corpo, cuore e anima. E non li rivolevo più. Gli appartenevano, per sempre. 
Come potevamo aspettarci, ho trovato questa storia più matura rispetto alle altre, ma anche più vera. Non vi nascondo che fin dall'inizio aspetto la storia di Damien e sono contenta che, finalmente, ci siamo quasi. Sono convinta che la Casey lo abbia lasciato per ultimo per un motivo, e ci sono buone probabilità che alla fine diventi il mio preferito. Però, prima, abbiamo ancora una novella sulla coppia più longeva del gruppo... e questa volta ci meritiamo solo tanto amore e tante risate!

Al prossimo libro!
Veronica




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...