martedì 23 agosto 2016

RECENSIONE: Per l'eternità di Sara Pelizzari


Buongiorno! Oggi vi parlo di Per l'eternità, romanzo di esordio di Sara Pelizzari, edito da Caosfera Edizioni. E' un fantasy incentrato sulla famiglia, l'amicizia e, ovviamente, l'amore. A catturare la nostra attenzione è soprattutto la presenza di un bel triangolo amoroso... chi sceglierà Luna tra Federico e Lorenzo?
“Molte cose per me sono cambiate e mi chiedo perché non posso essere come tutte le altre, perché per me deve essere diverso…”
 Il romanzo parla di Luna, una ragazza di 18 anni all'apparenza normale, con una famiglia molto unita, un fidanzato che la ama da quattro anni e una migliore amica. L'inizio fa pensare a tutto tranne che ad un fantasy, la storia tra i due giovani ragazzi è quasi troppo perfetta, i due sono un po' troppo smielati per i miei gusti, ma molto carini insieme. Luna sembra vivere la normale vita di un'adolescente, ma nasconde qualcosa, che purtroppo si ritrova a dover affrontare prima del previsto. Mi è piaciuta molto l'idea dell'autrice di non far capire tutto subito al lettore, ma di lasciare solo qualche indizio qua e là, per poi svelare il mistero come fossimo un personaggio della storia.

RECENSIONE: I guardiani dell'Efterion di Francesco Ambrosio


Buongiorno! Nella recensione di oggi tratto un genere diverso da quello di cui il blog si occupa e da quello che solitamente leggo, ma, incuriosita dalla trama e dalla coloratissima copertina, ho deciso di dare un'opportunità a Francesco Ambrosio e al suo romanzo fantasy I guardiani di Efterion, pubblicato dalla casa editrice Bibliotheka Edizioni.

Trama
Un uomo che scappa da una clinica psichiatrica, una bambina russa che viene condotta contro la sua volontà su un pianetino chiamato Efterion, sulla quale si erge l’omonimo e grande Tronco che con i suoi tanti rami e radici veglia sull’armonia dell’intero universo.
La loro storia si incrocerà con quella di altri alieni, fino alla formazione di una vera e propria squadra di guerrieri volta a combattere innumerevoli nemici e cercare di riportare l’armonia e la pace nello spazio, sempre in nome dell’Efterion.
​La Terra, quindi, è solo il punto di partenza, ma il viaggio continuerà tra pianeti e stelle diverse, spesso molto particolari. Ma da cosa dipende veramente l’oscurità che per secoli ha intrappolato l’universo?
Battaglie, tanti nemici, colpi di scena continui, intrighi e segreti oscuri si susseguiranno fino all’ultima pagina, per arrivare a svelare l’origine di tutto.


Devo iniziare il mio commento per forza così: complimenti per la fantasia! Io neanche in un milione di anni sarei mai riuscita ad inventarmi così tanti nomi e così tanti pianeti, uno più particolare dell'altro. Il romanzo è inoltre ricco di descrizioni (dei personaggi, dei luoghi e delle situazione) e questo permette al lettore di partecipare un po' più attivamente al lunghissimo viaggio nello spazio che questo libro rappresenta.

RECENSIONE: Le paure del cuore (Fearless #1) di Silvia Bortoli


Buongiorno! L'estate sta ormai giungendo al termine, ma vi voglio comunque parlare di una lettura perfetta per questo periodo: divertente, romantica, passionale, ma anche in grado di far riflettere. Vi presento Le paure del cuore, primo volume della serie Fearless di Silvia Bortoli.

Trama
Anche per Giulia è arrivato il momento di spegnere trenta candeline.
Gli anni passano ma è una donna ancora insicura, che vive lottando contro il senso di inadeguatezza che si porta dietro dai tempi della scuola.
Ogni giorno deve tentare di convivere con se stessa, e con i suoi sentimenti per quell'amore non corrisposto dai tempi adolescenziali.
Fabio, suo coetaneo, è il classico figlio di papà a cui non manca nulla: bello, ricco e studente universitario fuori corso.
All'apparenza sembrano due persone totalmente diverse, ma in realtà una cosa li accomuna: sanno indossare bene le loro maschere quando sono in mezzo alle persone.
Giulia deve cercare di essere forte di fronte ai giudizi delle persone, oltre a fare i conti col suo cuore ogni volta che incontra Fabio.
Fabio invece deve mantenere il suo status symbol: ha sempre avuto la reputazione del leader del gruppo e vuole mantenerla.
Un viaggio a Santorini, una toccata e fuga a Parigi, e tante ripetizioni di economia avvolte nell'inconfondibile profumo di violetta, li porteranno a conoscersi meglio, con la speranza di potersi levare la maschera e mostrare loro stessi.
Fabio dovrà cercare di andare oltre le apparenze e lottare con il passato, e Giulia dovrà vedersela con le sue continue paure
Riusciranno ad essere il vero Fabio e la vera Giulia, e guardarsi per sempre con gli occhi del loro cuore?


Questo romanzo mi è piaciuto principalmente perché, anche se i due protagonisti sono pieni di insicurezze, non riescono ad essere completamente veri in mezzo alla gente e si nascondono dietro una maschera che fa loro da protezione, non è mai risultato "pesante", ma, anzi, non perde mai quel tocco di ironia che lo rende divertente, fresco e piacevole da leggere.

RECENSIONE: Il sogno che ho di te di Emanuela Aprile


Buongiorno! Oggi vi parlo di una giovane autrice self, Emanuela Aprile, e del suo romanzo Il sogno che ho di te. Una storia emozionante, coinvolgente e travolgente.

Trama
Eleonora si trasferisce inaspettatamente lontano dalla sua amata Genova per sfuggire ai propri demoni. Affrontare una nuova sfida all’interno di una comunità per minori non è affatto semplice ma la donna non si arrende facilmente, non dopo ciò che ha vissuto. Il destino le regala una seconda possibilità e la giovane psicologa non vuole affatto sprecarla. Monopoli è una città splendida che la colpisce a primo impatto. I colori surreali e i paesaggi mozzafiato l’affascinano immediatamente proprio come il giovane ragazzo dagli occhi azzurro mare che incontra casualmente in un pub.
Alessio, di giorno un affermato Sergente della Guardia Costiera e di sera un affascinante e galante ‘latin lover’, conoscerà finalmente l'amore vero, al contempo travolgente e dannatamente doloroso. Quell'amore per il quale si navigano mari inesplorati senza paura, quel sentimento che la burrasca mette a dura prova fino all'arrivo del sole benevolo.
Dal primo sguardo tra i due nasce un forte legame ma le difficoltà sono dietro l'angolo; il passato di Eleonora tornerà a galla mettendo a dura prova il loro sentimento.
Riusciranno a resistere alla burrasca? Complici una bambina dolcissima, il potere dello zucchero a velo ed una zia invadente.


Eleonora decide di allontanarsi da Genova dopo aver scoperto il tradimento di Enrico, l'uomo con cui sta da diverso tempo. Per lei è un'occasione di rinascita, non tanto per la fine della storia, avvenuta in realtà parecchio tempo prima, ma dopo quello che le è accaduto un anno prima e che l'ha profondamente cambiata. Non solo a Monopoli trova un lavoro che l'appassiona, ma anche Alessio, il primo in grado di farle tornare il sorriso e farle provare, non solo attrazione fisica, ma anche sentimenti che credeva ormai impossibili.

RECENSIONE: Se torni, ti sposo (Rimini #2) di Antonella Maggio


Buongiorno! Oggi torno a parlarvi della serie Rimini di Antonella Maggio e vi presento il secondo volume Se torni, ti sposo (la recensione del primo libro la trovate qui). Grazie alla collana YouFeel di Rizzoli abbiamo modo di leggere ancora di Vito e Camilla che avevamo lasciato innamorati e con l'intenzione di sposarsi... sarà ancora così?

Trama
È trascorso un anno e Camilla ha un lavoro, una casa da gestire, il suo chef personale da amare e una promessa di matrimonio da rispettare per tener fede alla promessa fatta a suo padre. E poi c’è Vito che tra la cucina, i colpi di testa della sua fidanzata e l’odio per il sushi, rischia di perdere la pazienza e vedere per sempre sfumato il suo amore. Una nuova fuga in Puglia, un viaggio fuori programma in un paese caraibico con nuove amicizie, nuove conquiste e tanta gelosia porteranno scompiglio nella loro relazione. Può l’amore sconfiggere tutto? Anche la paura?

Ho trovato questo secondo volume più bello del primo, più maturo e più ricco. Lo stile è sempre quello, si ride e si scherza, ma subentra anche un po' di tristezza in più. La coppia deve affrontare i primi veri problemi, ma sono proprio quelli che, una volta superati, rafforzano il sentimento. Il finale mi è piaciuto moltissimo, è stato, a mio avviso, perfetto e non avrei cambiato nulla.

lunedì 22 agosto 2016

COMMENTO: Io prima di te (film)


Non credo ci sia bisogno di presentazioni, sono pochissime ormai le persone che non hanno mai sentito parlare di Io prima di te di Jojo Moyes. Dopo l'uscita del libro, avvenuta ormai nel 2013, è arrivato (o quasi) in Italia anche il film. L'uscita in tutte le sale è prevista infatti per l'1 Settembre, ma il 17 Agosto c'è stata l'anteprima nazionale e sono sicura che tutte le fan che hanno potuto non si sono lasciate sfuggire questa opportunità.


Non vi voglio proporre una vera e propria recensione del film, perché non ne sarei in grado, ma voglio commentarlo e soprattutto avere uno scambio di opinioni con voi, perché, si sa, un film tratto da un libro non è sempre visto di buon occhio da chi ne ha amato la lettura.
Io sono dell'idea che, in generale, il film, per quanto possa essere fatto bene, è difficilmente all'altezza del libro. Principalmente per una questione di lunghezza: il primo ha una lunghezza limitata, deve per forza di cose ridurre le scene e ha meno tempo a disposizione per farti entrare completamente in sintonia con i personaggi.

venerdì 19 agosto 2016

RECENSIONE: Il contratto (The Campus Series #1) di Elle Kennedy


Buongiorno! La cara Newton Compton, per nostra fortuna, non ci ha abbandonati questa estate e ci sta regalando una serie di libri che sono finiti dritti dritti nella nostra, già troppo lunga, wish list. Con Il contratto, primo volume autoconclusivo della The Campus Series, di Elle Kennedy ho, tanto per cambiare, aggiunto anche un altro nome all'infinita lista degli uomini dei miei sogni... fossi in voi, correrei a conoscere Garrett!

Trama
Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di nessuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come fare per farsi notare?
Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame finale e poter diventare un giocatore professionista…E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…


Questo libro è stato una continua sorpresa. Può sembrare la classica storia tra la ragazza "invisibile" e il bel giocatore di hockey ammirato da tutti e desiderato da tutte, ma non è solo questo. Certo, di base è la storia di due che fingono di stare insieme e, inevitabilmente, si ritrovano a non fingere più. Ma quello che ha reso veramente bella questa lettura, è tutto quello che c'è intorno. E' divertente, ma serio allo stesso tempo, è sexy e romantico, senza essere mai smielato o troppo "pesante".

giovedì 18 agosto 2016

RECENSIONE: Un maggiordomo solo mio di Rujada Atzori


Buonasera! Oggi vi ho scritto la recensione di un libro che avevo avuto già modo di leggere nella sua versione self (dal titolo Un cameriere solo mio: nella mia vita (im)perfetta), ma che ho riletto volentieri ora che è stato ripubblicato, con qualche capitolo in più, dalla collana YouFeel di Rizzoli (concedetemi una piccola parentesi sulle copertine sempre azzeccate e accattivanti proposte da questa collana). Ecco a voi Un maggiordomo solo mio di Rujada Atzori.

Trama
Elisa ha diciotto anni e una gran voglia d'indipendenza. Figlia unica di una famiglia benestante, è cresciuta sotto l'ala protettiva dei suoi genitori, che l’hanno sempre confinata in istituti privati femminili o relegata in casa. Quando Elisa decide di lasciare l'agio della ricchezza per immergersi nella realtà delle persone comuni è risoluta, ma si trova catapultata in un mondo inaspettato. La vita quotidiana è piena di difficoltà a lei sconosciute: cucinare, lavare e sistemare gli abiti sono operazioni misteriose. E come si accende una lavatrice? Elisa ha un disperato bisogno di un maggiordomo. Sarà forse quel bel ragazzo che le ha aperto la porta di casa e che si ostina a sostenere di essere solo il suo “coinquilino”? Una storia romantica e scanzonata che ci farà riscoprire il gusto delle piccole difficoltà quotidiane, che diventano piacere quando si mescolano con l'amore. E la gioia di poter scegliere liberamente cosa fare della propria vita.

Questo è principalmente un libro in cui si ride, tanto, dall'inizio alla fine. Io sono riuscita a scoppiare a ridere pur avendolo già letto, e non è poco. Non per questo però si può dire che manchi il lato romantico.

mercoledì 17 agosto 2016

RECENSIONE: Il mio adorabile nemico di Elisabetta Modena


Buongiorno! Grazie a Elisabetta Modena ho avuto il piacere di leggere, per me e per voi, il suo romanzo Il mio adorabile nemico. Sono felice, nel mio piccolo, di dare spazio ad autrici e autori self italiani che spesso non hanno assolutamente niente da invidiare a quelli d'oltreoceano. Ma ora andiamo a scoprire la storia di Carol e Ruben.

Trama
Carol Becker è una bag-designer, una stilista di borse che lavora con successo per una maison milanese. Quando la sua liaison con il proprietario del marchio di moda finisce, costui per togliersela di torno la manda in Norvegia con la scusa di disegnare la nuova collezione invernale di borse; per assicurarsi che lei tenga fede ai patti, le affibbia un assistente-traduttore, che in realtà è una specie di guardiano che è tutto fuorché simpatico e gentile. Carol e Ruben non si sopportano, salvo scoprire che nel momento del bisogno lui sa tirarla fuori dal pericolo… riusciranno i due a rinfoderare le spade, o la loro antipatia li condurrà ad un catastrofico epilogo?

Alla base di questo romanzo c'è sicuramente il mondo della moda e, in particolare, quello delle borse. La protagonista non solo le disegna, ma le venera proprio e il rapporto che ha con le sue "piccole" è spesso molto divertente. Questo sfondo, con tanto di consigli di moda, sarà sicuramente in grado di catturare l'attenzione di molte ragazze, anche delle meno esperte sull'argomento. Il libro è scritto infatti molto bene ed è chiaro che l'autrice conosce quello di cui scrive. Nello specifico, poi, mi sono piaciute moltissimo le citazioni introdotte all'inizio di ogni capitolo e ho trovato l'idea molto originale.

martedì 16 agosto 2016

RECENSIONE: Reality Love (Los Angeles Love #1) di Jenny Anastan


Buongiorno! Finalmente rieccomi qui a scrivere una nuova recensione. Oggi vi parlo di un romanzo self, uscito qualche mese fa, di un'autrice italiana che ho scoperto per caso, ma di cui ho apprezzato subito lo stile. Vi presento Allyson e Cooper (ma non solo!) di Reality Love di Jenny Anastan.

Trama
Assistente presso la Jtv1, una delle emittenti televisive più importanti della California, Allyson ha imparato a prendere di petto la vita, accettandone ogni aspetto. Una stabilità e un nuovo equilibrio sono gli unici punti fermi a cui si aggrappa per superare il periodo appena trascorso, e il lavoro sembra assecondare i suoi propositi.
Almeno finché il destino non le gioca l’ennesimo colpo basso, scardinando le fragili certezze appena conquistate.
Cooper Hill, campione di basket, adorato dagli uomini e amato dalle donne, torna con forza inaspettata nella sua vita, portando con sé il ricordo di un amore passato e la consapevolezza di voler tentare il tutto per tutto pur di riconquistare la felicità di un tempo. Sei anni di silenzio e un cuore ancora sanguinante avranno cambiato ciò che erano stati, oppure qualcosa ancora brucia sotto la brace che infuoca il petto di Allyson? Galeotto il nuovo show che vede nel campione la star del momento, Allyson scoprirà che forse il tempo, quando scorre, cancella anche ciò che non vorremmo…

Di questa scrittrice avevo già letto il romanzo Resta con me che mi era piaciuto davvero tanto. Avevo apprezzato la storia, il modo di scrivere e amato i personaggi. Quando ho scoperto questo romanzo, quindi, non ho avuto dubbi e ho finalmente avuto modo di leggerlo. Posso già dirvi che Jenny Anastan ha fatto colpo anche in questo caso.

mercoledì 10 agosto 2016

RECENSIONE: Ciak e... amore di Ilenia Bernardini


Buongiorno! Anche questa settimana torno a parlarvi di un romanzo self. In Ciak e... amore di Ilenia Bernardini entriamo nel mondo della produzione di serie tv con la sceneggiatrice Blair e lo scrittore di gialli Chuck.

Trama
Blair Monroe è una ragazza semplice, dedita al suo lavoro come sceneggiatrice, ma spesso si dimentica che potrebbe avere anche lei una vita, come i personaggi che crea per le serie tv. Chuck Sinclair è il classico uomo di successo, bello, arrogante e sicuro di sé; è lo scrittore di gialli più in voga del momento, per questo motivo è abituato a stuoli di donne ai suoi piedi, e soprattutto è difficile che abbia un No come risposta.
Le loro vite s’incontreranno nell'ufficio di Mr. Jones, il produttore televisivo. Pronti ad odiarsi e a farsi la guerra, saranno costretti a lavorare insieme, per perfezionare l'ultima sceneggiatura di Blair.
Sarà una lotta senza esclusione di colpi, dove anche il cuore e la testa dovranno lottare tra di loro. La posta in gioco è molto alta, e Blair non vuole ricadere negli errori commessi in passato. Per Chuck varrà la pena di lasciarsi andare? E cosa succede se, proprio mentre Chuck sembra riuscire ad abbattere quei muri che lei alza, si intromettesse Seth, un uomo affascinante e raffinato?
Chi riuscirà a fare breccia nel cuore di Blair? Quando cuore e testa riusciranno a guardare nella stessa direzione, sarà troppo tardi?


Oltre ad amare ovviamente la lettura, sono anche una appassionata di serie tv ed ero incuriosita proprio da questo aspetto della trama. I continui riferimenti a telefilm famosi, poi, mi ha fatto piacere ancora di più il libro. Ma già ritrovarsi Blair, Chuck e Serena come nomi dei personaggi principali doveva, effettivamente, farmi capire qualcosa.

lunedì 8 agosto 2016

RECENSIONE: Il cattivo ragazzo che voglio di Giulia Besa


Buongiorno! Oggi torniamo tra i banchi di scuola e tra le strade di Roma con la storia di Chiara e Cesare. Il cattivo ragazzo che voglio della giovane autrice Giulia Besa, edito da Giunti Editore.

Trama
Chiara, ultimo anno di liceo a Roma, è la classica brava ragazza. La sua migliore amica lotta da anni per trascinarla in discoteca e farla divertire, ma invano. La storia con Tommaso, un ragazzo più grande di lei, si è chiusa nel peggiore dei modi: al momento in cui si sono trovati insieme e nella giusta circostanza, Chiara non è riuscita a fare l’amore perché le è mancata la sicurezza. E lui, dopo averla invitata al Circo Massimo in una bella serata di vento, la molla, umiliandola davanti agli amici.
Pochi giorni dopo Chiara conosce Cesare: alto, fisico atletico e muscoloso, capelli neri che lambiscono il viso dalla carnagione chiara; e gli occhi, due opali nere, sul fondo delle quali si nasconde sempre un velo di malinconia.
Ma Cesare è pericoloso quanto fascinoso: schivo, volubile, ha tatuato sul petto un intrico di rovi, simbolo evidente della sua chiusura agli affetti. Chiara è attratta, ma cerca in tutti i modi di starne alla larga. Anche Cesare, che nasconde ferite antiche e profonde, vorrebbe stare lontano da lei, ma l’attrazione reciproca è forte. Comincia così un’intensa e combattuta storia d’amore, sullo sfondo di una bellissima Roma, affascinante quanto i giovani protagonisti.


Che in un libro ci sia qualche personaggio antipatico, cattivo o semplicemente odioso è normale, ma in questo romanzo c'è una concentrazione di stronzi (scusate il francesismo, ma quando ci vuole, ci vuole) che non ha eguali. Alla fine il "cattivo ragazzo" della situazione è il più carino di tutti.
Cesare è il classico personaggio misterioso, che indossa una maschera davanti a tutti e che nasconde paure e una grande sofferenza. E' inevitabile essere attratti da lui, voler sapere cosa non mostra, perché si comporta da str**** (lo so, ormai la censura serve a poco) anche se non lo è.

venerdì 5 agosto 2016

RECENSIONE: La sposa in fuga (Rimini #1) di Antonella Maggio


Buongiorno! Con la recensione di oggi torniamo a parlare di un altro prodotto della collana YouFeel di Rizzoli: La sposa in fuga di Antonella Maggio. Per molti Vito e Camilla non saranno una nuova conoscenza, l'autrice infatti aveva pubblicato già la loro storia, come self, con il titolo Un'estate a Rimini per innamorarsi.

Trama
La Puglia è tremendamente bella con i suoi ulivi secolari, le spiagge suggestive e la buona cucina, ma può diventare troppo stretta per chi, come Vito e Camilla, ha deciso di lasciarsi definitivamente il passato alle spalle. Lui, dopo aver chiuso con la sua ex, deve fare i conti con un dolore che supera di gran lunga la classica fine di una relazione, e Rimini è il posto ideale dove ripartire da zero, magari come chef tra i fornelli del Sun Marina Sun. Lei, insofferente a una famiglia dalla mentalità antiquata e bigotta, abbandona tutti, compreso il futuro sposo sull’altare, e scappa via facendo l’autostop ancora con l’abito bianco addosso. Vito e Camilla, stessa automobile e stessa meta, due dolori diversi da metabolizzare e un’estate a Rimini per ricominciare.

La mia storia con Vito e Camilla è stata un po' particolare, li ho conosciuti un po' di mesi fa leggendo Un weekend per quattro, libro che Antonella Maggio ha scritto a quattro mani con Rujada Atzori e che tratta, appunto, le avventure/disavventure di questa e di un'altra coppia. Incuriosita, ho cercato quindi la loro storia, ma, per errore, ho letto il seguito (anche questo ripubblicato ora da YouFeel con il titolo Se torni, ti sposo e di cui troverete a breve la recensione). Quindi, solo ora, sono riuscita finalmente a leggere come i due protagonisti si sono incontrati e innamorati.

giovedì 4 agosto 2016

Recensione: La storia d'amore più bella del mondo di Massimo Incerpi


Buongiorno! Anche oggi vi parlo di un romanzo italianissimo edito da Newton Compton, La storia d'amore più bella del mondo. Di diverso però c'è che in questo caso l'autore è un uomo, Massimo Incerpi. Se è la più bella del mondo sta a voi giudicarlo, ma sicuramente è molto attuale e nasce all'interno di un programma televisivo nel mezzo tra "Uomini e Donne" e "Temptation Island".

Trama
Azzurra ha diciannove anni, ha appena cominciato l’università e vive con la madre. Ragazza modello, ha sempre rigato dritto, seguendo i consigli degli adulti. Almeno finora. Ignorando tutti i pareri contrari, questa volta ha deciso di partecipare a un programma televisivo: La storia d’amore più bella del mondo. Il format prevede che un ragazzo sia corteggiato da più pretendenti e che alla fine ne scelga una da frequentare al di fuori degli studi. La prima serata in TV c’è Omar, un venticinquenne di Milano, bello e carismatico: Azzurra ne è rimasta affascinata la prima volta in cui lo ha visto. Ma le cose non vanno come si aspettava, infatti il ragazzo sembra non provare interesse per lei e apprezzare invece le altre corteggiatrici. Dopo la registrazione della puntata, però, Omar la sorprende, proponendole di trascorrere una giornata a Parigi insieme a lui. Azzurra accetta, ma proprio quando sta per lasciarsi andare, dal suo passato ricompare Tommy, il suo ex, e con lui i tradimenti e la sofferenza che ha subìto e non ancora dimenticato…

L'idea di un amore nato tra le telecamere non mi ha mai convinta più di tanto, l'ho sempre visto un po' troppo pilotato, quasi "costretto" (anche se ovviamente ci sono le eccezioni, ci mancherebbe), tanto che questo genere di programma televisivo non ha mai destato il mio interesse. Per quanto riguarda i libri, però, sono di mentalità molto più aperta ed ero curiosa di vedere come questa idea fosse stata sviluppata in un romanzo. Così come sono stata felice di leggere, per una volta, un uomo che dà voce ad una ragazza (cosa non rarissima, ma poco frequente in questo genere).

mercoledì 3 agosto 2016

RECENSIONE: Ho voglia di innamorarmi di Cassandra Rocca


Per la recensione di oggi ho scelto un libro che è uscito ormai qualche mese fa, Ho voglia di innamorarmi di Cassandra Rocca edito da Newton Compton. L'autrice, già famosa per la serie Tutta colpa di New York, convince ancora una volta con questo romanzo autoconclusivo.

Trama
Da quando ha lasciato casa e famiglia per trasferirsi a Los Angeles, Heaven Taylor ha un solo desiderio: trovare la propria strada e sentirsi una donna e soprattutto una giornalista realizzata. Ma la concorrenza è agguerrita e non è facile tenersi il posto neppure in un giornale di gossip. Per riuscirci dovrà ottenere lo scoop del momento: la top model più paparazzata insieme al suo amante misterioso. Decisa a farcela, Heaven si mette sulle tracce dei due a bordo di uno yacht, incurante delle nefaste previsioni del tempo che annunciano una terribile tempesta in arrivo proprio da quelle parti. Dopo varie peripezie, e proprio mentre sembra aver ottenuto le foto tanto agognate, il fortunale si abbatte sulla costa e la povera Heaven cade nell’oceano, vanificando i suoi sogni di gloria e trovandosi a rischio di vita. A salvarla da annegamento certo è David Cooper, che sopraggiunge su una barca bianca come un principe sul suo baldo destriero. Peccato che, nonostante la bellezza statuaria, David non sia propriamente un principe, e forse l’unica persona al mondo che Heaven sperava di non incontrare mai più…

Avevo questo libro in attesa da un po' e, nonostante abbia una lista infinita di nuove uscite da leggere, l'istinto mi ha consigliato questo e... dovrei ascoltarlo un po' più spesso! Mi è piaciuto moltissimo il modo di scrivere dell'autrice, la storia è romantica e divertente e non ti permette di staccarti neanche per un attimo. Un romanzo fresco, mai banale, con personaggi ben caratterizzati ed estremamente coinvolgenti.

Come iscriversi ai Lettori Fissi

Buongiorno a tutti!

Soprattutto grazie al giveaway in corso sul blog, ho notato che alcuni di voi hanno difficoltà ad iscriversi ai lettori fissi. Ho deciso quindi di scrivervi questa piccola guida per cercare di aiutarvi ed aggirare gli ostacoli che il sito ci pone davanti.

Come prima cosa, trovate la possibilità di iscrivervi al gruppo dei lettori fissi nella colonna destra del blog (sia da computer che da cellulare). Dovrete solo cliccare su SEGUI e inserire le credenziali del vostro account Google (indirizzo email e password). Se non possedete un account Google potete registrarvi gratuitamente in pochi passaggi.


martedì 2 agosto 2016

Recensione: Tutta la pioggia del cielo di Angela Contini


Buongiorno! Ormai ci sto prendendo gusto a leggere autrici italiane e oggi vi presento Tutta la pioggia del cielo di Angela Contini edito da Newton Compton con la collana First. Magari alcuni di voi avevano già letto l'opera self pubblicata con il nome Angela C. Ryan.

Trama
Lui odia le scemenze, è vegano e innamorato della natura. Lei odia le rane, ha paura degli animali e quando si mette in testa una cosa non c’è verso di farle cambiare idea. Victoria è una scrittrice di successo in crisi creativa. Il suo agente, per aiutarla a superare l’impasse, la spedisce da Chicago in una tranquilla fattoria nel Vermont, dove il silenzio è l’unica cosa che non manca. Nath è di una bellezza selvaggia, ma burbero e scostante fino alla maleducazione. Ha deciso di rinunciare a un lavoro prestigioso per dedicarsi alla vecchia fattoria del padre, anche se è sempre più schiacciato dai debiti. Perciò la sorella Susan gli propone di affittare una stanza a una ragazza di città con il blocco dello scrittore che, assicura, non gli darà alcun fastidio. E invece i guai, sotto forma di un viso pieno di lentiggini e inappropriati tacchi alti, stanno per arrivare…

Lui abituato alla vita in mezzo alla natura e agli animali, lei donna di città. Entrambi incastrati in una convivenza forzata tutt'altro che pacifica. Sono o non sono le premesse migliori per una bella storia d'amore? Questo libro mi è piaciuto davvero tanto, così come mi sono piaciuti i personaggi e l'ambientazione. Durante la lettura si ride, tanto, ma ci si emoziona anche. Il fatto che la protagonista sia una scrittrice è, secondo me, un punto a favore del romanzo. Si vede che l'autrice sa di cosa parla e riesce a trasmetterlo benissimo: le pressioni delle case editrici, la ricerca dell'ispirazione, l'influenza della propria vita all'interno dell'opera. Nel libro è presente una storia nella storia, quella di Sofia e James, che viene appunto scritta da Victoria. All'inizio pensavo che queste "interruzioni" mi avrebbero annoiata o comunque che non le avrei apprezzate perché mi allontanavano dalla storia "vera", dalla quale ero completamente presa. Invece, oltre ad essere una storia molto romantica, diventa ben presto una parte fondamentale del libro e ho amato gli intrecci tra i due racconti e le influenze che i personaggi reali avevano su quelli immaginari e viceversa.

lunedì 1 agosto 2016

RECENSIONE: Gli effetti collaterali delle fiabe di Anna Nicoletto


Buongiorno! Oggi sono qui a parlarvi di un'opera self che non ha nulla da invidiare ai romanzi più famosi. Vi presento Gli effetti collaterali delle fiabe di Anna Nicoletto.

Trama
Sono trascorsi sei mesi da quando Melissa ha mandato all’aria un prestigioso dottorato a Londra assieme alla storia d’amore della sua vita, e niente di buono è successo nel frattempo. È disoccupata, sfiduciata, e persino l’odio che dovrebbe provare per il suo ex, responsabile di tutto, sembra essere a tratti difettoso.
Stefano Marte è dove vuole essere: è brillante, carismatico ed è l’erede dell’impero di famiglia, un’azienda domotica di successo internazionale.
Non erano destinati a incrociarsi, eppure una serie di coincidenze li porta l’una sulla strada dell’altro. La sintonia è immediata, almeno fino a quando lei non scopre chi è lui.
Perché Melissa sa esattamente che tipo di uomo vuole al suo fianco: non qualcuno come Stefano, un figlio di papà che crede gli sia tutto dovuto. Quello che non sa è che Stefano è disposto a darle l’unica cosa che lei desidera: il lavoro dei suoi sogni, l’opportunità per riscattarsi e dimostrare il suo valore.
Rifiutare non è un’opzione. E, comunque, è solo lavoro. Quel poco che c’è stato tra loro è facilmente archiviabile: lui non ha alcun potere su di lei e lei non cadrà mai vittima del principe di turno.
Ma anche i migliori propositi vengono messi alla prova, e ben presto Melissa si renderà conto che nemmeno le persone più razionali sono immuni ai tranelli delle fiabe. E che, forse, debellarne gli effetti collaterali non rientra del tutto tra i suoi piani…

Ho scoperto questo romanzo per caso, ho letto qualche parere positivo e, incuriosita dal titolo, ho deciso di dargli una possibilità. Ho fatto decisamente bene, il libro mi è piaciuto molto, è scritto bene e si legge che è un piacere. C'è la giusta dose di ironia e di passionalità, la storia d'amore è coinvolgente ed è una bella fiaba moderna.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...